Vista2- CAROUSELforLIFE- acustica-wow-webmagazine

Acustica e apprendimento: learn&lunch Assufficio (MADE Expo, 9 marzo).

Nell’agenda degli eventi di MADE Expo anche il learn&lunch “Qualità acustica, concentrazione e apprendimento” organizzato da Assufficio nell’area Carousel for Life. L’incontro prevede la presenza di specialisti che forniranno informazioni e indicazioni per il progetto acustico negli ambienti della formazione, per i piccoli e per gli adulti (9 marzo 2017, ore 12/13, reception pad 5/7).

Mancano pochi giorni all’apertura di MADE Expo (Fiera Milano Rho dall’8 all’11 marzo 2017), manifestazione dedicata all’architettura e all’edilizia, esposizione di prodotti, con proposte di aree tematiche dedicate e anche hub per condividere esperienze e conoscenze sull’innovazione e sul progetto.
In quest’ottica è stata anche pensata l’area “Carousel for Life- Progetti per crescere”, progettata dall’arch Valentina Fisichella: una ricerca condotta sull’architettura per l’infanzia, finalizzato a orientare una nuova visione che definisca criteri qualitativi di progettualità e produzione, affermando i bambini al centro del mondo.

Proprio all’interno di quest’area Assufficio ha deciso di organizzare l’incontro intitolato “Qualità acustica, concentrazione e apprendimento” che, con la formula agile del learn&lunch, offrirà a progettisti e operatori una conviviale occasione di aggiornamento professionale e condivisione di esperienze.
Oltre a Marco Predari, presidente Assufficio e all’arch Valentina Fisichella, il panel prevede la presenza del dr Salvatore Toti Licata: sociologo e formatore; dell’ing Enzo Rendina, progettista acustico, di Daniele Bincoletto, responsabile di Fantoni Acoustic Paneling e di Renata Sias nel ruolo di moderatore.
Durante il lunch, gentilmente offerto da Fantoni, gli esperti forniranno risposte alle più frequenti domande:
Perchè uno spazio idoneo ad udire le parole è uno spazio idoneo all’apprendimento?
Gli spazi per la formazione sono adeguati dal punto di vista acustico?

Gli speaker spiegheranno perchè il progetto delle scuole e di ogni ambiente dedicato alla formazione deve prestare attenzione al tema del comfort acustico e, insieme alla presentazione di case study emblematici, forniranno documentazioni su obblighi normativi, soluzioni tecniche e prodotti.

CAROUSELforLIFE- acustica-wow-webmagazine

L’incontro è gratuito per i visitatori della fiera; i posti sono limitati (max 25 persone) suggeriamo di inviare una mail di prenotazione alla segreteria Assufficio: assufficio@federlegnoarredo.it

auditorium-pontificia-universita-gregoriana-arch-stella-acustica-collettivita-assufficio-fonology-wow-webmagazine

Seminario Assufficio: Acustica negli ambienti per Collettività.

Il nuovo seminario di Assufficio dedicato al tema dell’acustica si svolgerà a Roma, nella prestigiosa sede dell’Auditorium della Pontificia Università Gregoriana, in collaborazione con Fonology.
Focus dell’incontro è il lancio del nuovo vademecum “Acustica negli ambienti per Collettività” elaborato dalla Commissione Tecnica Assufficio. Sarà presente l’esperto di acustica Ezio Rendina e l’arch Giancarlo Stella (Studio Contini Stella Associati) che racconterà progetto in progress della Pontificia Università Gregoriana da lui seguito.

A un anno di distanza, dal precedente vademecum “Acustica negli ambienti Ufficio” , la Commissione Tecnica Assufficio presenta il nuovo elaborato Acustica negli ambienti per Collettività” dedicato agli ambienti contract  quali sale conferenze, auditorium, aule universitarie (entrambi i vademecum sono scaricabili dal sito http://www.federlegnoarredo.it/it/servizi/normativa/normative-per-categoria-di-prodotto/arredo-ufficio-e-collettivita/vademecum-assufficio).
Dopo l’introduzione del presidente di Assufficio Marco Predari, dedicata all’importanza del comfort e dell’ergonomia ambientale per il progetto di un “Joyful Workplace”, l’illustrazione del nuovo vademecum spetterà a Marco Fossi e Paradiso Usberti, della Commissione Tecnica Assufficio.
Sarà l’ing Ezio Rendina a fornire gli approfondimenti sugli aspetti tecnici dell’acustica, mentre l’arch Giancarlo Stella (Studio Contini Stella Associati) racconterà il case study della Pontificia Università Gregoriana, che lo vede designer dell’ampio progetto in progress che, oltre all’Auditorium, include aule e altri ambienti per la formazione.
Il seminario sarà moderato da Luca Trippetti, direttore Assufficio.
Al termine dell’incontro sarà possibile visitare il “Percorso espositivo di soluzioni multimateriche per l’acustica” allestito da Fonology che offrirà una vasta gamma di soluzioni progettuali con elevate performance.
Uno stimolante momento di networking sarà inoltre rappresentato dall’aperitivo offerto da Fonology che concluderà la serata.
Seminario gratuito previo accredito a info@aresline.com; 0445 314931.

Titolo seminario: Acustica negli ambienti per Collettività.
Dove: Pontificia Università Gregoriana, Auditorium. Piazza della Pilotta 4, Roma.
Quando: Giovedì
7 luglio 2016, ore 18,00/20,00

acustica-collettivita-assufficio-fonology-wow-webmagazine

apertura-Decalogo-Smart-working-Isola-WOW!-Lavoro Agile-wow-webmagazine

Decalogo per un’ergonomia dei nuovi WOW!

Come evolvono il concetto di ergonomia e di benessere dei dipendenti in un ambiente orientato allo Smart Working? Ne abbiamo parlato durante la Jelly Session “Ergonomia, comfort e health promotion nello smart office” che si è svolta alla Piscina Cozzi all’interno dell’Isola WOW! Lavoro Agile 2016. Insieme ai partecipanti abbiamo cercato di tracciare una mappa mentale che racchiudesse le parole chiave per una nuova visione di ergonomia e di comfort per i luoghi dei nuovi Ways of Working.

Le analisi di case studies eccellenti hanno offerto diverse accezioni e punti di vista di comfort, ergonomia e benessere, non necessariamente legati al tema dell’interior design. Dall’elaborazione e discussione dei diversi approcci ed esperienze, è nato un documento che abbiamo definito insieme una sorta di Decalogo per un’ergonomia dei nuovi WOW! e dei luoghi di lavoro basati sulla fiducia, sul senso di “comunità” e sulla crescita  collettiva costante.

1. Design Antropologico.
Il termine antropologico riferito al design di un ambiente di lavoro ha diversi significati: un design che viene pensato per e sulle esigenze dell’individuo e che ha effetti sul rapporto tra individuo e spazio, un design che dipende dalla cultura in cui viene inserito e che è usato per creare senso di appartenenza all’azienda e ai suoi valori nell’epoca della flessibilità. Un insieme di spunti complesso che in alcuni casi trasforma l’azienda tradizionale “padre-padrone” in una “azienda mamma”.

2. Ergonomia mentale.
L’ergonomia è prima di tutto uno stato mentale, che va oltre al design, alla qualità della seduta o alle scrivanie regolabili. La ricerca di una qualità lavorativa come sensazione personale di benessere è l’elemento principale che caratterizza lo smart working. L’attività di lavoro si delocalizza e si esce dal building: così ergonomia è anche lavorare sdraiati su un prato al parco, prescindendo dalla corretta posizione fisica, ma in un produttivo “benessere mentale”.

3. Nuovo Umanesimo.
Questo stato di benessere mentale vuol dire anche restituire la dignità del lavoro. Un concetto di persona attiva, pensante, gratificata e riconosciuta. Un nuovo umanesimo dell’ufficio vuol dire mettere al centro dei nuovi ways of working il lavoratore in quanto essere umano, secondo il paradigma felicità = maggiore produttività e maggior legame all’azienda e ai suoi valori.

4. Ergonomia dell’anima.
“L’ergonomia del corpo”, una scienza fatta di tabelle e di studi è oggi vista come un mezzo che ha come fine quella che si può definire una “ergonomia dell’anima”. Un concetto che unisce e va oltre l’ergonomia mentale e il nuovo umanesimo, che usa la nuova tecnologie e i nuovi ways of working per venire incontro alle esigenze della persona, riuscendo a plasmare su di esse le esigenze dell’azienda, superando la contrapposizione vita privata – vita lavorativa in una reale visione work-life balance.

5. Flessibilità del luogo di lavoro.
L’ambiente di lavoro deve essere flessibile nello spazio e verso le esigenze lavorative. Lo spazio deve garantire un diverso utilizzo in base alle necessità contingenti. La flessibilità comprende tutti gli attori e gli elementi dell’ambiente di lavoro, anche le partizioni verticali che restano la componente più “statica”. La parete mobile entra nel concetto di smart working come partizione intelligente che aiuta a migliorare la qualità acustica, ma è allo stesso tempo strumento interattivo che può diventare un grande schermo.

6. Human to Human.
Da B2B a H2H. Prendendo spunto da espressioni ormai in uso da anni nel vocabolario del mondo del lavoro come “Business to Business”, oggi possiamo definire il management delle risorse umane e il design dell’ambiente ufficio come “Human to Human”: in un momento in un cui le tecnologie ci allontanano dal posto di lavoro, l’azienda e il lavoratore si avvicinano in un altro modo.

7. Il nemico distrazione.
Integrare il concetto della distrazione nel progetto ed evitarla soprattutto attraverso i percorsi e l’attenzione all’acustica.
Quest’ultimo tema è fondamentale nelle nuove forme di spazi di lavoro e nuovi ways of working, uno dei fattori più impattanti sul benessere e sulla produttività di chi lavora all’interno dell’azienda. Assorbimento e isolamento del suono: dai sistemi di mascheramento del rumore per una migliore intelligibilità delle cuffie acustiche, ai pavimenti tessili, dalla necessità di una progettazione spaziale e materica diversa, all’utilizzo di pannelli performanti per correggere l’acustica; la possibilità di concentrarsi è un aspetto chiave del design dei nuovi ambienti di lavoro dinamici.

8. Ergonomia Visiva.
Il design dell’ufficio si fa bello, punta ad uno spazio esteticamente piacevole, dove il lavoratore trova uno spazio confortevole e in cui trova piacevole stare, e non più un ambiente severo e rigido dove è costretto per otto ore al giorno.

9. Fecondità.
La bellezza porta benessere e il benessere è oramai dimostrato essere un potente fattore di produttività. Una produttività che va intesa non solo in termini puramente economici, ma anche in termini di creatività, innovazione, e capacità di trovare nuove soluzioni. Un ufficio che diventa quindi uno spazio fertile e fecondo, fattore di crescita per l’individuo e per l’azienda.

10. Collisione tecnologica.
La tecnologia non deve essere un elemento accessorio calato nello spazio di lavoro successivamente alla sua realizzazione, ma un aspetto fondamentale che va considerato e integrato già al momento della progettazione. L’internet of thing diventa un elemento fondamentale nel design degli arredi e degli spazi, aumentandone la potenzialità e la flessibilità.
Testo di Gabriele Masi.

Ringraziamo tutti i partecipanti alla Jelly Session che hanno dato il proprio contributo per la stesura di questo Decalogo, tra i quali:
Daniele Andriolo (Plantronics)
Matteo Artusi (TotalTool)
Antonino Borgese (GPTW)
Renzo Caimi ( Caimi Brevetti)
Lella Castelli (Sedus)
Giulio Ceppi (TotalTool)
Cristiana Cutrona (Revalue)
Paolo Davoglio (Facility &Welfare manager)
Michele Dell’Orto (Linak)
Rossella Destefani (Deamicis Architetti)
Gianluca Geroli (SgS Architetti Associati)
Antonella Mantica (Progetto CMR)
Luca Pasqualotto (Copernico)
Marco Predari (Assufficio)
Federico Rivera (Digital Entity)
Renata Sias (WOW! Webmagazine)
Andrè Straja (GaS Studio)
Marco Vigo (DC10)
Silvano Zanuso (Technogym)
Antonio Zulianello (NEC)

01-Decalogo-Smart-working-Isola-WOW!-Lavoro Agile-wow-webmagazine

design-thinking-wow-webmagazine

Design Thinking e Workplace (Assufficio, 2/3/16, Milano).

Come può essere applicato l’approccio “Design Thinking” nel settore dell’Office Furniture e in un ambiente di lavoro collaborativo, sempre più dinamico e fluido? Modificare l’approccio progettuale può innescare processi di innovazione?
Affronterà questi temi il secondo incontro del ciclo organizzato da Assufficio, dedicato al ruolo del Design nel rilancio del Settore Ufficio, che si svolgerà al Palazzo della Triennale di Milano, mercoledì 2 marzo alle ore 17,30.

Il workshop, intitolato “Design Thinking per il Workplace”, ha ottenuto il patrocinio di ADI e Triennale Milano.
L’obiettivo è proporre nuove visioni, analizzare processi e presentare case study centrati sull’approccio “Design Thinking” nell’ambito del luogo di lavoro e dell’office furniture.
Che cosa significa progettare quando il focus si sposta dal Product Design al Design Thinking, ovvero al progetto di tutto ciò che ruota intorno al prodotto (modelli di business e di impresa, progetti di processo e di servizi)?
Interverranno:
Marco Predari, Presidente di Assufficio;
Francesco Zurlo, Professor of Strategic Design and Furniture Design al Politecnico di Milano e coordinatore del comitato scientifico di ADI Design Index;
Maria Serra, consulente di Onclaude specializzata in design-driven innovation;
Daniele Lago, Amministratore Delegato e Head of Design di Lago Arredamenti;
moderati da Renata Sias.
Il workshop si concluderà alle 19,30 con un aperitivo offerto da Silent Gliss.

Titolo workshop: “Design Thinking per il Workplace”
Dove: Palazzo della Triennale, viale Alemagna 6, Milano
Quando: mercoledì 2 marzo 2016, ore 17,30/19,30

Clicca qui per scaricare l’invito il programma 

Si prega di accreditarsi presso Segreteria Assufficio ( Eleonora Perlini): assufficio@federlegnoarredo.it – tel. 02-80604304

design-thinking-wow-webmagazine

Edificio-paesaggio: 6° palazzo ENI di Nemesi.

Gli architetti Michele Molè e Susanna Tradati di Nemesi, progettisti del Padiglione Italia di EXPO sono ospiti dello Spazio Eventi US49 di Milano per raccontare, insieme a questo building di grande successo, anche altri due progetti per Milano: il nuovo store Coin e il prossimo Centro Direzionale ENI, un landmark, un complesso ispirato dalla Visione che Enrico Mattei fu capace di trasmettere con Metanopoli oltre 50 anni fa, un edificio-paesaggio in grado di scrivere una nuova pagina nella storia dell’architettura.

La narrazione di un progetto non si basa solo sulla comunicazione di informazioni e di dati tecnici, ma richiede passione. E la passione che Michele Molè ha trasmesso nel raccontare i tre progetti di Nemesi per Milano è stata davvero forte e coinvolgente, come hanno dimostrato l’attenzione e i commenti di tutta l’audience presente all’incontro organizzato a Milano presso Spazio Eventi US49.
L’accogliente spazio di Universal Selecta ancora una volta ha riunito il network dell’architettura e del workplace e offerto un’interessante occasione per conoscere dalla voce dei progettisti l’approccio progettuale, i dettagli e lo spirito di tre importanti progetti, tre segni forti dell’attuale rinascita di Milano: il Padiglione Italia (per il quale Universal Selecta ha fornito le pareti divisorie interne), il sesto palazzo ENI e il nuovo concept per lo store Coin.
Dopo l’introduzione di Marco Predari, socio di Universal Selecta e presidente di Assufficio, Michele Molè ha aperto il suo vivace intervento proprio con l’illustrazione del 6° palazzo ENI, con lucide visioni ad ampio raggio spaziando dal concetto di Modernità all’Urbanistica, dalla Fragilità dell’architettura contemporanea alla teoria del caos, dal ruolo del Paesaggio a quello dell’Arte.
GREEN-Eni-New Headquarter-Morphosis Architects-Nemesi&Partners-wow-webmagazine

Progetto 6° edificio per uffici ENI a San Donato Milanese (Milano).

La storia di Eni è fonte di particolare ispirazione, i valori innovativi e visionari che Enrico Mattei ha originariamente instillato nell’azienda sono ancora saldi nell’eredità di Eni. Il concept per il nuovo Centro Direzionale Exploration and Production e Snam Rete Gas di Eni incarna questi valori in un campus organizzato attorno a tre edifici singoli che abbracciano una piazza pubblica vibrante. Il progetto, firmato da Nemesi in partnership con Morphosis Architects, ha richiesto tre anni per la progettazione.

Confermando il ruolo di Eni nel Mondo come centro di eccellenza e avanguardia nella ricerca e nella produzione di Energia, il progetto vuole essere innanzitutto veicolo di tre valori:
L’uomo e la comunità al centro.Il progetto attribuisce un valore centrale all’idea di Civitas; il cuore simbolico e funzionale del nuovo Centro Direzionale è infatti la piazza, luogo di incontro della Comunità Eni, attorno a cui si genera il nuovo Centro Direzionale.
Democraticità e integrazione. Dall’architettura tout cour all’architettura-paesaggio; le torri direzionali perdono la propria autoreferenzialità costruendo un’architettura a prevalente dimensione orizzontale, democratica, e strettamente integrata con il paesaggio. Grazie a un’architettura stratificata e dinamica, il Centro racconta la ricchezza della stratificazione geologica e la composizione del suolo-paesaggio come fonte di energia e di vita.
Ricerca e innovazione verso una nuova sostenibilità. Il concept progettuale dà forma al processo Exploration and Production attraverso un’architettura metamorfica, un continuum fluido e dinamico, ricco di interconnessioni, simboleggiante la trasformazione della materia in energia.
Il complesso, ricadente nel perimetro del Piano di Intervento Integrato denominato De Gasperi Est ( che comprende anche la progettazione del paesaggio e degli spazi pubblici per le aree esterne ed attigue ad entrambi i centri direzionali) si articola in due ambiti funzionali:
il Centro Direzionale Exploration and Production ENI;
il Centro Direzionale Snam Rete Gas.

Credits e info in sintesi:
Progetto architettonico:
Nemesi & Partners
Luogo: San Donato Milanese, Milano
Periodo di progettazione: 2011-2014
Committente: Eni servizi
Superficie territoriale:  7 ha
Programma: 73.826 m² tot; CDE&P (65.000  m²) + CDSRG (8.826m²)
2.000 m² – ingresso
2.400 m² – bar e ristorante
2.500 m² – sala conferenze
450 m² – area benessere
650 m² – area fitness
450 m² – biblioteca
52.000 m² – uffici
12.000 m² –
ufficio direzionale e gestione
2.800 m² – area riunioni
1.500 m² – stoccaggio
650 m² –
servizi e locali tecnici
Partner di progetto: Morphosis Architects (capogruppo)
Studio di ingegneria: Setec TPI, Setec Batiment
Paesaggio: Pasodoble.
LANDMARK-Eni-New Headquarter-Morphosis Architects-Nemesi&Partners-wow-webmagazine

2-Assufficio-design-per-il-workplace-wow-webmagazine

Design per il Workplace: Design Thinking, Innovazione, Tecnologia.

Il primo workshop Assufficio del ciclo “Design per il Workplace” si è svolto presso la Fondazione Riccardo Catella a Milano, capitale non solo del Design ma del Pensiero Progettuale. Si è parlato infatti di Design Thinking come approccio mentale che non va applicato solo a oggetti fisici e può assumere una valenza strategica per affrontare la complessità odierna, perché insieme al prodotto è necessario progettare anche l’intervento che lo farà funzionare sul mercato.

Il presidente di Assufficio Marco Predari ha evocato alcuni prodotti iconici dell’era d’oro del Design. Cosa è successo dopo gli anni ’90? Perché assistiamo a un generale appiattimento nel campo dell’arredo ufficio? Sembra che i produttori di arredi per ufficio non sappiano cogliere le grandi trasformazioni in atto nel workplace.
Forse perché mancano le Visioni e i soldi per investire in ricerca, forse perché i prodotti nascono dalle indicazioni del marketing anziché da previsioni sui bisogni futuri. Molto critico su questo aspetto è Marco Bonetto che dichiara “il marketing ha completamente fallito, il marketing è morto”.
Cesar Mendoza ricorda che la vera innovazione in ogni ambito del design ha come obiettivo il miglioramento della qualità di vita a un prezzo accessibile, che la tecnologia è un elemento indispensabile e trasversale e che l’Intelligenza degli oggetti è un must”.
Paolo Ravazzani offre il punto di vista della bioingegneria rispetto at tema IoT, con particolare attenzione alla misurazione delle onde elettromagnetiche e del benessere delle persone che lavorano in ambienti di lavoro dove sempre più oggetti saranno connessi in modalità wireless.
Ha concluso Luciano Galimberti, presidente ADI, affermando che la forma mentis e gli elementi irripetibili del Made in Italy -tra questi il pensiero laterale, la capacità di porre l’uomo al centro, il design thinking, la capacità di narrazione– possono continuare ad essere le leve per l’innovazione, anche nel settore ufficio.
Scarica qui le presentazioni dei relatori in PDF.
Guarda il video con la sintesi degli interventi e le interviste ai produttori di arredi per ufficio.

Assufficio-design-per-il-workplace-wow-webmagazine

design-workplace-assufficio-wow-webmagazine

Design per il Workplace: workshop Assufficio (Milano 13 ottobre).

Assufficio dedica un ciclo di workshop al tema dell’industrial design inteso come possibile driver di sviluppo del settore ufficio. Il primo incontro “Design per il Workplace“, con il patrocinio di ADI e Fondazione Riccardo Catella si svolgerà a Milano il 13 ottobre presso la Fondazione

Riccardo

Catella.

Sul palco, insieme a Marco Predari, presidente di Assufficio, e Luciano Galimberti, presidente di ADI, si confronteranno alcuni tra i protagonisti dei settori più evoluti dell’Industrial Design e del mondo della ricerca Marco Bonetto, titolare della Bonetto Design, Paolo Ravazzani, bioingegnere, dirigente di ricerca del CNR e docente a contratto del Politecnico di Milano, Cesar Mendoza, strategic designer di GTP e presidente ADI Piemonte e Valle d’Aosta.
Il workshop metterà a confronto esperienze dei settori più avanzati del design, con l’obbiettivo di individuare spunti che possano guidare il rilancio dell’intero settore Ufficio italiano nel mondo, alla ricerca del valore più autentico dell’Industrial Design, incentrato sull’innovazione, la ricerca e la creatività, per uscire da una concezione di “furniture design” sempre più guidata dal marketing che rischia di impoverire il settore.
Un aperitivo offerto da Interface concluderà la serata.
Titolo: Design per il Workplace. Il ruolo dell’Industrial Design nel rilancio del settore Ufficio.
Quando: 13 ottobre, ore 17,30.
Dove: Fondazione Riccardo Catella, Via De Castilia 28, Milano
Relatori: Marco Predari, Luciano Galimberti, Marco Bonetto, Paolo Ravazzani, Cesar Mendoza. Moderatrice: Renata Sias.
Per informazioni: Segreteria Assufficio, Eleonora Perlini (assufficio@federlegnoarredo.it) tel. 02 80604304

Programma
ore 17,15 registrazione ospiti
ore 17,30 inizio workshop
“Il periodo d’oro dell’industrial design per l’ufficio” Marco Predari, presidente di Assufficio
“Automotive e Office Furniture. Possibili connessioni?” Marco Bonetto, titolare della Bonetto Design
“Scenari prossimi e fattori di rilancio per l’office furniture” Cesar Mendoza, strategic designer di GTP e presidente ADI Piemonte e Valle d’Aosta
“Bioingegneria e health engineering anche nel workplace?” Paolo Ravazzani, bioingegnere, dirigente di ricerca del CNR e docente a contratto del Politecnico di Milano
“L’Osservatorio ADI e l’industrial design come valore per il settore ufficio” Luciano Galimberti, presidente di ADI
ore 19,00 tavola rotonda e domande dal pubblico
Modera l’incontro Renata Sias.
ore 19,30 Aperitivo offerto da Interface.
design-workplace-assufficio-wow-webmagazine

steelcase-brody-work-lounge-in-between-wow-webmagazine

Office Design: spazi “terzi”, oltre la postazione di lavoro tradizionale.

Lo scenario contemporaneo degli spazi ufficio, vede sempre più aumentare l’importanza di quelli che vengono definiti spazi “altri”, “in-between” rispetto alle postazioni di lavoro tradizionali. Aree che attengono alla dimensione dell’accoglienza, a quella sociale, relazionale, ludica, di intrattenimento e, in generale, di servizio alla persona e alle sue esigenze globali durante il suo permanere, per tempi brevi o prolungati, all’interno di un ufficio sempre più organizzato per activity setting. Oppure che definiscono piccoli territori di privacy.

L’attenzione verso questi spazi “terzi” è sottolineata dai più interessanti casi di uffici contemporanei e va rafforzandosi. Nei giorni scorsi Sedus ha dedicato una giornata di workshop a questo tema (ne parleremo nel prossimo numero di WOW!).
La loro qualità, ovviamente complementare a quella delle postazioni di lavoro, appare sempre più strategica per l’identità corporate, ma anche per una migliore “qualità esperenziale” relativa allo stile di vita -e non solo di lavoro- in ufficio sia per i dipendenti che per gli ospiti temporanei.
Tutto ciò concorre positivamente alla fidelizzazione delle persone nei confronti del proprio luogo di lavoro e della propria azienda.
Anche al Salone Ufficio erano presenti diversi esempi di arredi non tradizionali, concepiti per aree-in between e che integravano non solo diverse nuove funzioni per rispondere alle nuove modalità lavorative, ma anche la variabile tempo.
Un passo oltre la polifunzionalità, piuttosto una sensibilità verso un dinamismo che nel workplace diventa una costante imprescindibile e che in molti casi genera tipologie di arredi ibridi.
Una sensibilità che rende inadeguata anche la staticità tipica della scrivania che nelle più evolute versioni diventa regolabile in altezza e personalizzabile.
Interessanti riflessioni progettuali su tema degli “In-between spaces” sono emerse anche nel corso del convegno “Office Design: oltre le postazioni di lavoro” che si è svolto il 16 aprile presso l’Agorà de La Passeggiata (a cura della Scuola del Design- Dipartimento di Design e  Consorzio Polidesign del Politecnico di Milano). All’incontro coordinato e moderato da Francesco Scullica, professore associato presso la  Scuola del Design del Politecnico di Milano sono intervenuti:
Giorgio Dal Fabbro, co-direttore corso Office Design- Polidesign, Michele Dell’Orto, sales engineer  Linak Italia, Jacopo Della Fontana,  Progettista titolare D2U, Silvia Piardi, direttore del dipartimento di Design del Politecnico di Milano, Marco Predari, architetto, presidente  Assufficio, Renata Sias, progettista e direttore WOW!Webmagazine, Silvia Tieghi, progettista D2U (design to users), Milano.

Didascalie
1,Steelcase Brody WorkLounge. Fornisce un elevato comfort, è dotato di tecnologia brevettata  LiveLumbar per una postura lounge ergonomica. La superficie di lavoro regolabile mantiene il PC al livello degli occhi, riducendo sforzo del collo e delle spalle.
2, Prooff #008 StandTable design Ben van Berkel, UNStudio. Un tavolo dinamico che aiuta le persone a connettersi.
3, Zanotta, Shoji, design LucidiPevere. Paravento rivestito in tessuto con mensola consolle.
4, Mascagni, Trés. Sistema di pannelli in legno curvato e forato per aumentarne la fonoassorbenza.

5, True Design, Pincettes, design Luciano Dell’Orefice. Una collezione di pannelli divisori che garantiscono privacy senza rinchiudere troppo l’utilizzatore.
6, Quinze & Milan, Skew, design Kazumi Okamoto. Seduta modulare, flessibile, versatile, amputabile all’infinito.
7, Materia (Kinnarps Group),Couture,design Marie Oscarsson. Arredi flessibili, con dettagli tessili. La superficie di base può essere equipaggiata con vari elementi per creare divani, tavoli e divisori.
8, Ares Line, Privée, design Progetto CMR. Sistema di architettura per interni, modulare e multifunzionale, che permette di creare oasi di privacy in spazi pubblici,
quinze&milan-okamoto-skew-in-between-wow-webmagazine

acustica-universal-selecta-wow-webmagazine

L’acustica e qualità ambientale nel workplace.


L’evento si svolgerà il prossimo 10 giugno presso Spazio US49 di Milano e vedrà la partecipazione di quattro attori del mondo della progettazione acustica, ognuno con un sapere e una caratteristica ben precisa nel modo di vedere e sentire il progetto sonoro ponderato per gli spazi di lavoro collettivi ed individuali.

Introdurrà la serata l’Architetto Marco Predari (Universal Selecta), precursore nella progettazione degli spazi a pianta aperta per ambienti di lavoro seguace, sin dagli albori, delle filosofie del Burolandshaft e delle prime applicazioni di Space Planning.
Nella parte centrale della conferenza un piacevole dibattito fra due filosofie progettuali: l’ingegnere e l’architetto.
L’ “incontro-scontro” fra tecnicità ed estetica, rappresentati dall’Ingegner Ezio Rendina (Viva Consulting), consulente e progettista impegnato nella valutazione, nella previsione, nella progettazione di sistemi di abbattimento dell’inquinamento acustico ambientale e del disturbo da vibrazioni prodotte da agenti esterni di contro l’Architetto Cristiana Cutrona (Revalue) specializzata nella progettazione di interni per grandi ambienti di lavoro, sostenitrice del pensiero dello Smart Working per cui cambiando il modo di stare nello spazio e di organizzarlo si può coniugare l’eccellenza del servizio alla missione dell’architettura.
Concluderà l’evento l’intervento dell’Ingegner Franco Mialich (MCM ): project manager nel settore Real Estate con pluriennale esperienza nella gestione di progetti immobiliari complessi in tutti i settori delle costruzioni civili ed industriali.
Con il patrocinio di AREL Italia ( Associazione Real Estate Ladies).
Titolo: L’acustica protagonista della qualità ambientale in ufficio.
Dove: Spazio US49 Eventi, Via Ettore Ponti 49, Milano.
Quando: 10 giugno 2015 ore 18,30, segue aperitivo.
Per informazioni:
marketing@universal-selecta.it

la-passeggiata-michele-de-lucchi-salone-ufficio-wow-webmagazine-agora

La Passeggiata di De Lucchi diventerà un allestimento permanente (vedi il video).

La Passeggiata, la poetica installazione di Michele De Lucchi al Salone Ufficio Workplace3.0 nel quartiere fieristico di Rho, diventerà un’esibizione permanente. Lo ha promesso il vice-ministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda che ha anche garantito il supporto economico per lo spostamento in una nuova sede milanese ancora da definire.


Michele De Lucchi ha accolto con emozione questa inaspettata notizia resa pubblica in occasione della conferenza stampa inaugurale; grande soddisfazione anche da parte di Marco Predari, presidente di Assufficio che, colto il valore culturale di questo nuovo modo di intendere lo spazio di lavoro, si è concretamente impegnato affinché l’installazione non si limiti alla sola settimana del salone del Mobile, ma diventi un’opera fruibile a un pubblico più ampio  e per un più lungo periodo.
Questa “opera d’arte vivente” suggerisce quattro momenti della vita nel Workplace 3.0 ed è suddiviso in quattro aree tematiche: Club, Uomini Liberi, Agorà e Laboratorio.


Courtesy Salone del Mobile
Foto di Saverio Lombardi Vallauri.
la-passeggiata-michele-de-lucchi-salone-ufficio-wow-webmagazine-esterno

IED-isola-WOW-lavoro-agile-cozzi-wow-webmagazine

Il design delle opzioni.

“La forma più efficace di lavoro agile oggi è quella che copia il modo in cui i creativi si organizzano e organizzano i propri spazi e i propri modi di relazione. Il designer smette di essere quell’ego a cui siamo abituati, ma configura gli spazi affinché gli altri possano personalizzarli secondo i propri ritmi. Per noi che siamo abituati a pensare in x, y, z è difficile, dobbiamo aggiungere una quarta dimensione, quella del tempo e del ritmo”.

Così, durante la conferenza di apertura della settimana dell’Isola Wow! Lavoro Agile alla Piscina Cozzi di Milano lo scorso 23 Marzo, ha aperto il suo intervento Francesco Zurlo, membro del comitato di selezione di ADI e professore al Politecnico di Milano.
Il design dell’ufficio è stato sempre concepito su base funzionalista, basandosi sulla standardizzazione nel dare risalto ad aspetti di tipo ergonomico e di sicurezza. La trasformazione attuata dal lavoro agile cambia il modo di rapportarsi con lo spazio.
“Dobbiamo trovare delle soluzioni che siano funzionali sia all’impresa sia all’utente stesso, cioè il lavoratore”, continua il professore. “Io l’ho chiamato design delle opzioni immaginando che chi ha opzioni ha una grande libertà. Credo che il benessere nello spazio ufficio sia legato oggi a quanto questo ambiente sia in grado o meno di dare delle opzioni d’uso, di relazione con gli altri, di contesto dove poter lavorare.
Nel momento in cui ti do delle possibilità sto lavorando sulla dimensione della fiducia.
Ci sono delle situazioni, però, in cui non è sufficiente che questa fiducia emerga soltanto dalle capacità di un leader, ma in cui è necessario avere delle evidenze fisiche che un progettista deve tenere in conto, perché condizionano l’emergenza di fiducia all’interno dell’organizzazione stessa. La domanda che dobbiamo porci oggi è: come posso io progettista costruire dei pattern che facciano emergere una condizione di fiducia?”.
“Il design oggi sta subendo una metamorfosi pericolosa per i suoi confini disciplinari, ma interessante”, conclude infine il professor Zurlo. “Nel nuovo concetto di lavoro il design avrà tanto da dire, specialmente se sarà capace di considerare le dimensioni della fiducia e del tempo come fondamentali nel progetto stesso”.
L’elemento che sta subendo maggiormente il passaggio culturale dell’organizzazione del lavoro di oggi è la scrivania, l’emblema dell’ufficio. Come fa notare Marco Predari di Assufficio, le aziende stanno investendo, infatti, su tipologie di arredi che superino la fissità della scrivania personale.
Il design è il fattore rigenerativo del settore, il primo vero motore di cambiamento che ci permette di approcciare questa rivoluzione con un percorso sistematico. Ciò che sta cambiando è anche e soprattutto il rapporto nello spazio tra aree comuni in-between e l’ufficio, inteso nella sua accezione classica. Aumentano sempre più i luoghi di aggregazione, le caffetterie e gli spazi per incontri informali. La meccanica della razionalizzazione dello spazio comporta nel contempo anche togliere una revisione attenta delle strutture immobiliari che devono ripensare la distribuzione delle parti impiantistiche a seconda della nuova pianificazione degli spazi e degli immobili”.
Testo di Gabriele Masi.

chiara-bisconti-piscina-cozzi-lavoro-agile-wow-webmagazine

Programma di incontri nell’Agorà de La Passeggiata (Salone Ufficio 2015 -Workplace 3.0).

In linea con la nuova concezione del workplace come luogo di incontro, condivisione e di percorso creativo, anche il Salone Ufficio 2015-Workplace 3.0 assume un carattere diverso e, di fianco all’offerta merceologica proposta dalle aziende nei propri stand, offre un interessante ciclo di incontri, workshop e talk nell’ Agorà, una delle quattro aree de La Passeggiata” di Michele De Lucchi (Padiglione 24).
Aprono il ciclo i due incontri organizzati da Assufficio il 14 e 15 aprile.

Dal 14 al 18 aprile ogni giorno alle 11 e alle 15 si svolgeranno workshop interattivi dal ritmo veloce, durata massima 50 minuti. Insostituibili momenti di condivisione e networking per mettere a fuoco alcuni tra gli elementi principali legati all’evoluzione dell’ambiente di lavoro nella sua più recente accezione di Workplace 3.0.
Segnaliamo in particolare i due workshop organizzati da Assufficio che aprono il ciclo di incontri (“Qualità ambientale nel workplace” e “Il ruolo dell’industrial design nella ripresa dell’arredo Ufficio”) e la presentazione dell’installazione “La Passeggiata” per voce del suo ideatore, Michele De Lucchi.

Martedì 14 aprile ore 15.00
Workshop “Qualità ambientale nel workplace”. A cura di: Assufficio

“Comfort ambientale e nuove modalità lavorative”.
Marco Predari (presidente Assufficio)
“Progettare il comfort nei luoghi dello smart working”.
Cristiana Cutrona (architetto)
Nuove tecnologie per il comfort acustico”.
Renzo Caimi (Caimi Brevetti)
“Benessere ed efficienza attraverso il comfort visivo”.
Jacopo Acciaro (lighting designer)
“Gestione della luce naturale e comfort visivo”.
Alessio Bellin (design manager Gibus).
Modera il workshop Renata Sias, progettista e giornalista.
Con la collaborazione di Assoluce e Assotende.

Per informazioni:
Segreteria Assufficio, Eleonora Perlini (assufficio@federlegnoarredo.it)
tel 02 80604304
Nella foto: Sede Axa a Milano, interior design di Cristiana Cutrona.
3-area-operativa-axa-revalue-beppe-reso-wow-webmagazine

Mercoledì 15 aprile ore 11,00
Conversazione sul ruolo dell’industrial design nella ripresa del settore Arredo per Ufficio. A cura di: Assufficio
Marco Predari (presidente Assufficio),
Luciano Galimberti (presidente ADI),
Marco Bonetto (designer),
Angelo Cortesi (designer),
Danilo Premoli (progettista e blogger).
Modera  Renata Sias, progettista e giornalista.
In collaborazione con ADI.

Per informazioni:
Segreteria Assufficio, Eleonora Perlini (assufficio@federlegnoarredo.it)
tel 02 80604304

belvedere-La-Passeggiata-Michele-De-Lucchi-Salone-del-Mobile-2015-workplace-3.0-wow-webmagazine
Mercoledì 15 aprile, 15.00
Andiamo! In marcia!
Presentazione de La Passeggiata di Michele De Lucchi

Giovedì 16 aprile, ore 11.00
L’evoluzione del workplace
. A cura di: IED Istituto Europeo di Design
Nora Trentini,
Chiara Costanzelli di RBSGROUP

Giovedì 16 aprile, ore 15.00
Office design – oltre le postazioni di lavoro. A cura di: Scuola del design–Polidesign del Politecnico di Milano

Giorgio Dal Fabbro,
Michele Dall’Orto,
Jacopo Della Fontana,
Silvia Piardi,
Marco Predari,
Renata Sias,
Silvia Tieghi
Modera: Francesco Scullica
Per informazioni: Francesco Scullica (francesco.scullica@polimi.it)

Venerdì 17 aprile, ore 11.00
Verso una “umanizzazione” degli spazi di lavoro
Maria Vittoria Capitanucci

Venerdì 17 aprile, ore 15.00
L’ufficio al cinema
Dario D’Incerti,
Giuseppe Varchetta

Sabato 18 aprile, ore 15.00
Extreme–open–space. A cura di: NABA
Subash Mukerjee,
Luca Macrì,
Emanuele Lomello.

Up-auto-targa-bonetto-wow-webmagazine

Targa Rodolfo Bonetto: 20a edizione del premio (deadline 30 maggio).

Il premio organizzato da Marco Bonetto (Design Center srl), presidente della Targa Rodolfo Bonetto, è rivolto a studenti delle Università e scuole di design di tutto il mondo. La partecipazione è gratuita. I progetti partecipanti dovranno pervenire entro il 30 Maggio 2015. Per il vincitore della 20esima edizione della competizione è previsto un premio eccezionale: una autovettura UP offerta da Volkswagen Group,sponsor ufficiale della 20°Targa Rodolfo Bonetto, 2015.

Istituita nel 1991 da Marco in memoria del padre Rodolfo Bonetto, uno dei grandi maestri del design italiano, la ‘Targa Rodolfo Bonetto’ vuole rispecchiare il pensiero di questo grande designer che nel corso della sua carriera professionale ha voluto non solo creare innovazione del design ma anche una innovazione del concetto legato al prodotto industriale.
Il Premio nel suo contenuto e nella tipologia di prodotti vuole essere sempre più vicino alla figura professionale di Rodolfo Bonetto. “La sperimentazione dei giovani mi interessa molto, perché creano nuove idee che esercitano una grande influenza sullo stile di vita e sul design” (Rodolfo Bonetto).
Autodidatta, Rodolfo Bonetto ha fornito un contributo essenziale all’insegnamento del Design Industriale. Docente alla Hochschule für Gestaltung di Ulm, e all’Isia di Roma, membro e presidente dell’ADI e dell’ICSID, ha ricevuto otto Compasso d’Oro. “Il design è come una farfalla tra le mani, soleva spesso ripetere Rodolfo, se la stringi troppo muore, se la lasci andare vola via”.
Afferma Marco Bonetto: “L’avanzamento dell’assunto tecnologico, in quanto per sua natura muto, non può prescindere dal design, inteso quale elemento di sintesi tra l’uomo e lo strumento. Un design sempre più evoluto e intelligente che riesce a generare scenari di mercato straordinariamente sorprendenti, un design che riesce a diventare fattore determinante nel campo più lato dell’interesse progettuale.
Per informazioni e iscrizione clicca qui.

targa-rodolfo-bonetto-wow-webmagazine
Il premio si svolge con il patrocinio di ADI Associazione per il Disegno Industriale e Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro.
La Giuria della Targa Rodolfo Bonetto 2015 è costituita da:
Marco Bonetto (presidente giuria);
Angelo Cortesi (architetto-designer);
Decio Carugati (scrittore-giornalista);
Silvia Piardi (Resp. dipartimento design Politecnico di Milano);
Filippo Perini (direttore design Lamborghini);
Marco Predari (Presidente, Assufficio);
Luciano Galimberti (Presidente Adi).

4-area-supporto-axa-revalue-beppe-reso-wow-webmagazine

Assufficio: Comfort ambientale e nuovi WOW (Pad 24, Agorà 14/4 h 15).

Come si progetta la qualità ambientale nel Workplace 3.0?
Se ne parlerà nel workshop organizzato da Assufficio al Salone Ufficio 2015-Workplace 3.0 all’interno dell’articolato ciclo di incontri che darà vita all’Agorà, una delle quattro aree de “La Passeggiata” di Michele De Lucchi (Padiglione 24).

Interverranno progettisti che illustreranno i metodi dell’approccio olistico legato al progetto del comfort negli ambienti di lavoro creati per le nuove modalità lavorative e specialisti che metteranno a fuoco le problematiche legate a comfort acustico e visivo.
Il programma dell’ incontro:
“Comfort ambientale e nuove modalità lavorative”.
Marco Predari (presidente Assufficio)
“Progettare il comfort nei luoghi dello smart working”.
Cristiana Cutrona (architetto)
Nuove tecnologie per il comfort acustico”.
Renzo Caimi (Caimi Brevetti)
“Benessere ed efficienza attraverso il comfort visivo”.
Jacopo Acciaro (lighting designer)
“Gestione della luce naturale e comfort visivo”.
Alessio Bellin (design manager Gibus).
Modera il workshop Renata Sias, progettista e giornalista.
Con la collaborazione di Assoluce e Assotende.
Titolo workshop “Qualità ambientale nel workplace” (a cura di Assufficio).
Dove: Salone Ufficio-Workplace 3.0, pad 24 Agorà/La Passeggiata.
Quando: martedì 14 aprile ore 15.00.

Per informazioni:
Segreteria Assufficio, Eleonora Perlini (assufficio@federlegnoarredo.it)
tel 02 80604304

6-auditorium-axa-revalue-beppe-reso-wow-webmagazineNella foto: Sede Axa a Milano, interior design di Cristiana Cutrona.

600-wow-webmagazine-logo-isola-wow!-lavoro-agile

Programma eventi: Isola WOW! Lavoro Agile.

Dal 23 al 27 marzo, in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015, WOW!  organizza alla piscina Cozzi di Milano Isola WOW! Lavoro Agile:  smart working per tutti con momenti di incontro e condivisione di esperienze.
Anche il programma degli incontri è “agile” e potrebbe subire cambiamenti. Consulta questa pagina per aggiornamenti.

Programma degli incontri:

Tavola Rotonda di inaugurazione “Agilità & Benessere” 23 marzo (ore 18).

Con la partecipazione di:
Chiara Bisconti (Assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi generali del Comune di Milano)
e dei rappresentanti degli enti e associazioni che hanno dato supporto e patrocinio all’iniziativa.
Antonino Borgese (presidente Great Place to Work Italia),
Alberto Cannistrà (membro Consiglio Direttivo IFMA Italia),
Raphael Caporali (direttore generale Milanosport),
Mariano Corso (responsabile scientifico Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano),
Marco Predari (presidente Assufficio),
Francesco Zurlo (Comitato Selezione ADI Index e prof. dip. Design Politecnico Milano)
Renata Sias (direttore WOW! Webmagazine) moderatrice.

Jelly Session
incontri informali per condividere idee sul tema “agilità” e presentare “case history agili” (24, 25, 26 marzo ore 17).

24 marzo (ore 17): Jelly Session “Spazi e tecnologie per il Lavoro Agile”
Lucia Matti (DEGW);
Cristiana Cutrona (Revalue);
Stefano Carone (Il Prisma);
Matteo Melchiorri ( Star-Gallina Blanca)
25 marzo (ore 17) Jelly Session “Agilità nell’azienda 3.0”
Jacopo della Fontana (D2U),
Francesca Ordanini, (IRI Worldwide),
Silvia Zambon (IRI Worldwide);
Paola Miglio (Monforte);
Antonio Borghi (Unispace);
Annalisa Giangregorio (Neomobile),
Flavia Scura (Neomobile);
26 marzo (ore 17): Jelly Session “Tecnologia, ergonomia e design per l’ufficio agile”
Robin Rizzini (Fattorini+Rizzini+Partners);
Marco Fossi (Commissione Tecnica FEMB e FLA);
Gianluigi Sacchetti (Commissione Tecnica UNI);
Michele Dell’Orto (Linak);
Ilaria Santambrogio (Plantronics);

I posti sono limitati per piacere si richiede l’accredito:
Facebook , info@wow-webmagazine.com

Le postazioni ufficio sono gratuitamente a disposizione di chiunque desideri sperimentare nuovi modi e luoghi di lavoro (dalle 10 alle 18, vedi orari sotto).
Isola WOW! Lavoro Agile è anche un’occasione per condividere idee ed esperienze sul tema del Lavoro Agile e ascoltare dalle voce dei protagonisti il racconto di case history eccellenti… con finale a tarallucci e vino!

Si ringraziano: Milanosport per l’ospitalità e le aziende AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, Kinnarps, Kundalini, Plantronics, Sedus, USM per la fornitura di arredi, pavimentazioni, piante, illuminazione e accessori.

Con il patrocinio di: ADI, Assufficio, Great Place to Work Italia, IFMA Italia, Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano.

IN BREVE:
ISOLA WOW! LAVORO AGILE (in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015).
dove: Piscina Cozzi, Viale Tunisia 35, Tribuna 2° piano.
quando: 23 marzo ore 18/20; dal 24 al 26 marzo ore 10/18; 27 marzo ore 10/14.

600-wow-webmagazine-logo-isola-wow!-lavoro-agile

Isola WOW! Lavoro Agile: programma eventi.

Dal 23 al 27 marzo, in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015, WOW! Webmagazine organizza alla piscina Cozzi di Milano Isola WOW! Lavoro Agile: accoglienti workplace per lo smart working e momenti di incontro.
Anche il programma degli incontri è “agile” e potrebbe subire cambiamenti. Consulta questa pagina per aggiornamenti.
I posti sono limitati , si richiede l’accredito.

Programma degli incontri:

“Agilità & Benessere” Tavola Rotonda: inaugurazione Isola WOW! Lavoro Agile. 23 marzo, ore 18.

Programma
Giornata del Lavoro Agile e Qualità della Vita.
Chiara Bisconti (Assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi generali del Comune di Milano).
Lavorare in piscina: proposta d’uso degli spazi pubblici o provocazione?
Pierfrancesco Barletta (presidente Milanosport).
Il ruolo del Facility Manager nel processo di smart working.
Alberto Cannistrà (membro Consiglio Direttivo IFMA Italia).
Le Best Company sono Agili?
Antonino Borgese (presidente Great Place to Work Italia).
Design delle Opzioni e Smart Working.
Francesco Zurlo (Comitato Selezione ADI Index e prof. dipartimento Design Politecnico Milano).
Il Lavoro Agile cambia l’identità del workplace?
Marco Predari (presidente Assufficio).
Aggiornamenti nella ricerca Smart Working.
Fiorella Crespi (responsabile della ricerca Osservatorio Smart Working, Politecnico di Milano).
Renata Sias (direttore WOW! Webmagazine) Moderatrice.

Jelly Session
Ogni giorno incontri informali per condividere idee ed esperienze sul tema “agilità” e “case history agili” raccontati da manager e architetti…“addolciti” dalle jelly di Haribo.

24 marzo (ore 17 )“Spazi, organizzazione e tecnologie per il Lavoro Agile”
Lucia Matti (DEGW);
Cristiana Cutrona (Revalue);
Stefano Carone (Il Prisma);
Antonella Grenci (Il Prisma);
Arianna Palano (Il Prisma);
Matteo Melchiorri (Star-Gallina Blanca)
Paola Salemi (AZ Services Point)
Luca Salemi (AZ Services Point)
Claudio Muci (Information Architect & User Experience design).

25 marzo (ore 17) “Agilità nell’azienda 3.0”
Jacopo della Fontana (D2U),
Francesca Ordanini, (IRI Worldwide),
Silvia Zambon (IRI Worldwide);
Paola Miglio (Monforte);
Antonio Borghi (Unispace);
Annalisa Giangregorio (Neomobile),
Flavia Scura (Neomobile);

26 marzo (ore 17) “Tecnologia, ergonomia e design per il workplace agile”
Robin Rizzini (Fattorini+Rizzini+Partners);
Marco Bonetto (Bonetto Design);
Marco Fossi (Commissione Tecnica FEMB e FLA);
Gianluigi Sacchetti (Commissione Tecnica UNI);
Michele Dell’Orto (Linak);
Ilaria Santambrogio (Plantronics);

I posti sono limitati per piacere si richiede l’accredito:
info@wow-webmagazine.com

Le postazioni ufficio sono gratuitamente a disposizione di chiunque desideri sperimentare nuovi modi e luoghi di lavoro (dalle 10 alle 18, vedi orari sotto).
Isola WOW! Lavoro Agile è anche un’occasione per condividere idee ed esperienze sul tema del Lavoro Agile e ascoltare dalle voce dei protagonisti il racconto di case history eccellenti… con finale a tarallucci e vino!

Si ringraziano: Milanosport per l’ospitalità e le aziende AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, Kinnarps, Kundalini, Plantronics, SedusTarkettUSM per la fornitura di arredi, pavimentazioni, piante, illuminazione e accessori. Haribo per orsetti jelly e liquirizia.

Con il patrocinio di: ADI, Assufficio, Great Place to Work Italia, IFMA Italia, Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano.

IN BREVE:
ISOLA WOW! LAVORO AGILE (in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015).
dove: Piscina Cozzi, Viale Tunisia 35, Tribuna 2° piano.
quando: 23 marzo ore 17/20; dal 24 al 26 marzo ore 10/18; 27 marzo ore 10/14.

Isola-WOW!-lavoro-agile-cozzi-wow-webmagazine-72

Lavorare in piscina? Nell’Isola WOW! il “lavoro agile” è possibile!

Può una piscina -luogo tradizionalmente dedicato all’agilità del corpo- trasformarsi in un inedito, piacevole e informale “ufficio” dedicato al “lavoro agile” dove lavoro e benessere convivono? A Milano questo sarà possibile in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015 promossa dal Comune di Milano.  WOW! Webmagazine allestirà infatti dal 23 al 27 marzo alcune postazioni di lavoro temporanee per lo “smart working” caratterizzate da un design di alto livello e dotate di connessione wi-fi.
Le Isole WOW! saranno a disposizione gratuita di chi frequenta la piscina e di chiunque desideri sperimentare nuovi modi e luoghi di lavoro.

All’interno della storica piscina milanese Cozzi, progettata nel 1934 dall’ ing Luigi Secchi, WOW! Webmagazine (testata focalizzata sui nuovi Ways Of Working) allestirà nella tribuna un “arcipelago” di originali postazioni ufficio “smart working” con connessione wi-fi a disposizione gratuita di chi frequenta la piscina e di chiunque, da solo o in gruppo, voglia sperimentare modalità lavorative agili in luoghi di lavoro fuori dall’ordinario.
Sono previste aree lounge per il relax e gli incontri informali, postazioni più riservate dedicate alla concentrazione, desk per la collaborazione e il coworking, meeting table per la condivisione.
Il Lavoro Agile richiede soprattutto un cambiamento culturale: agilità mentale prima che lavorativa e spazi che favoriscano la creatività; ogni Isola WOW! è perciò uno spazio gioioso e vivace, un “luogo di lavoro” che genera benessere e ci fa esclamare WOW!

Il 23 marzo alle ore 18  tavola rotonda di inaugurazione con interventi di: Assessora Chiara Bisconti, Mariano Corso, Francesco Zurlo, Marco Predari, Antonino Borgese, Alberto Cannistrà, Raphael Caporali; modera Renata Sias, direttore di WOW! Webmagazine.
Sono inoltre previsti, ogni pomeriggio alle ore 17, “Jelly Session” ovvero incontri informali per condividere idee ed esperienze sul tema Lavoro Agile e Benessere e presentare interessanti “Case History”.

Evento organizzato da WOW! Webmagazine in collaborazione con Milanosport.
patrocinato da ADI, Assufficio, Great Place to Work Italia, IFMA Italia, Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano.
Si ringraziano: Milanosport per l’ospitalità e le aziende:
AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, KinnarpsKundaliniPlantronics, Sedus, USM per la fornitura di arredi, pavimentazioni, piante, illuminazione  e accessori.

IN BREVE:
evento:
ISOLA WOW! LAVORO AGILE (in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015).
dove:
Piscina Cozzi, Viale Tunisia 35 , Tribuna 2° piano.
quando: 23 marzo ore 17/20; dal 24 al 26 marzo ore 10/18; 27 marzo ore 10/14.
opening: 23 marzo ore 18 tavola rotonda “Agilità= Benessere” con la presenza dell’assessora Chiara Bisconti.
incontri: ogni pomeriggio alle 17 con architetti e manager.
per informazioni, orari, programma degli incontri: info@wow-webmagazine.com

I POSTI SONO LIMITATI, SI PREGA DI ACCREDITARSI.

Isola-WOW!-lavoro-agile-cozzi-tribuna-wow-webmagazine-72
Illustrazioni di Sara Marani.2-Isola-WOW!-lavoro-agile-sara-marani-wow-webmagazine-bassa-ris

level-femb-wow-webmagazine

Level: Certificazione di Sostenibilità Pan-Europea (Assufficio, 2/12).

La presentazione ufficiale in Europa dei Nuovi Standard di Sostenibilità Ambientale LEVEL, sarà organizzata da Assufficio nell’ambito del seminario “Qualità e Sostenibilità nel Workplace. Approccio olistico e competenza tecnica”, il primo del ciclo di incontri “Cultura del Workplace a Porte Aperte”. 2 dicembre 2014 ore 17 presso US49 Eventi (Universal Selecta).

State pensando che non c’era bisogno di un’ennesima certificazione di sostenibilità?
Ricredetevi, perché l’obiettivo principale di questa certificazione -anticpata alla stampa in occasione di Orgatec- è mettere chiarezza tra i diversi standard di sostenibilità già esistenti, armonizzando il materiale già elaborato e fornendo un unico schema in Europa e in Nord America dove un analogo standard di certificazione è già stato adottato da ANSI/BIFMA.
LEVEL Sustainable Certification Programme si caratterizza rispetto ad altri standard ambientali per un approccio olistico e proattivo.
E’ una certificazione volontaria di sostenibilità per gli arredi contract e ufficio (proposto da Assufficio nel 2010, sotto la presidenza di Michele Falcone) all’interno del quale Assufficio ha lavorato in FEMB (Federazione Europea dei Produttori di Arredi per Ufficio).
Durante il seminario Assufficio “Qualità e Sostenibilità nel Workplace. Approccio olistico e competenza tecnica”si parlerà anche della nuova edizione “Capitolato Pareti” revisionato in base alle nuove norme UE e UNI.
Saranno inoltre fornite anticipazioni sulla ricerca Assufficio dedicata alla progettazione acustica nell’ambiente di lavoro e sulla Edizione 2015 Corso Office Design con nuova struttura modulare.
Interverranno: Marco Predari (presidente Assufficio); Marco Fossi (presidente Commissione Tecnica FEMB e responsabile Ufficio Tecnico Normativo FLA), Michele Falcone (past president FEMB), Stefano Serra (vice coordinatore Commissione Tecnica Assufficio e coordinatore Gruppo Pareti), Remo Lucchi (vice presidente di Assufficio), Silvia Piardi (direttrice di Polidesign del Politecnico).
Per ulteriori informazioni clicca qui.
e al sito Femb www.femb.org
Per confermare la propria presenza: assufficio@federlegnoarredo.it
Titolo seminario:  “Qualità e Sostenibilità nel Workplace. Approccio olistico e competenza tecnica”
Dove: US 49Eventi (Universal Selecta) via Ettore Ponti 49, Milano.
Quando: 2 dicembre 2014,  ore 17/19,30

assufficio-the-italian-way-wow-webmagazine

Assufficio: Workplace, The Italian Way ti premia!

Assufficio ripropone a Orgatec 2014 “Workplace. The Italian Way” un percorso ideale che collega i più prestigiosi brand italiani presenti in fiera coinvolgendo in modo giocoso i visitatori che, al meeting point Assufficio presso lo stand FEMB (Hall 8.1-stand C41), riceveranno in premio un biglietto di ingresso gratuito per EXPO 2015 a percorso completato.

“Workplace. The Italian Way” è un’azione sinergica focalizzata alla valorizzazione dell’ufficio Made in Italy che crea un circolo virtuoso basato sulla non competitività  e punta a coinvolgere i visitatori più qualificati di Orgatec attraverso una modalità originale.
“Uno strumento efficace, finalizzato ad incrementare la visibilità degli espositori italiani e favorirne la raggiungibilità, premiando i visitatori che avranno completato il percorso di visite” spiega Marco Predari, Presidente di Assufficio”.

21-scenari-imobiliari-wow-webmagazine

22° Forum Scenari Immobiliari, Santa Margherita 12-13 settembre.

Conoscere per decidere meglio è indispensabile, per chi opera in un mercato immobiliare che accentua sempre più le proprie trasformazioni nei prodotti, nei protagonisti e nel quadro competitivo. In quest’ottica Scenari Imobiliari organizza, dal 1993 il Forum di previsioni e strategie a Santa Margherita Ligure, ogni anno in settembre.

NEW PLAYERS, NEW PRODUCTS, NEW PLACES è il titolo del 22° Forum Scenari  che si svolgerà il 12 e 13 settembre 2014 a S. Margherita Ligure.
Si tratta di un appuntamento chiave per chi opera nel settore e desidera informarsi, conoscere, analizzare mercati e aziende italiane ed estere attraverso un confronto/scambio di opinioni con i protagonisti. Inoltre raccogliere opinioni e informazioni indispensabili per affrontare il futuro. Per la prima volta FederlegnoArredo parteciperà al Forum con interventi di di Marco Predari ed Emanuele Orsini.
Ecco i I temi guida del 22° Forum Scenari:
CAMBIA il MONDO, CAMBIANO I PRODOTTI
FINANZIARE IL REAL ESTATE, FAR CRESCERE L’ITALIA
SCENARI 2015: ECONOMIA, SOCIETÀ E POLITICA
LE STRATEGIE DELLE IMPRESE PUBBLICHE e PRIVATE

Programma del 22°Forum
Venerdì 12 settembre
ore 10.00 Inizio registrazione partecipanti
ore 11.00 “Migliora Italia”: presentazione imprese e progetti innovativi
– Presentazione di Federlegnoarredo a cura di Marco Predari ed Emanuele Orsini
– Presentazione di Arpinge a cura di Federico Merola
– Presentazione di Paspartu a cura di Gaetano Coraggio e Vito Antonio Pagano
ore 12.30 Consegna Premio “Real Estate Innovation Lady 2014“, in collaborazione con Arel.
ore 13.00 Pranzo di benvenuto
ore 14.30 Inizio lavori
CAMBIA IL MONDO, CAMBIANO I PRODOTTI
– Domenico De Masi (Università di Roma “La Sapienza”)
– Paolo Lucchetta (RetailDesign/IUAV Venezia)
– Anupama Kundoo (Queensland University)
– Cino Zucchi (CZA – Cino Zucchi Architetti)
ore 16.30 Pausa caffè
FINANZIARE IL REAL ESTATE, FAR CRESCERE L’ITALIA
– Gregorio De Felice (Intesa Sanpaolo)
– Ruggiero Gambino (FinecoBank)
– Cesare Ferrero (Bnp Paribas Real Estate Italia)
– Riccardo Lamanna (State Street Bank)
– Silvia Maria Rovere (Morgan Stanley SGR)
– Massimo Tivegna (Unicredit)
SCENARI 2015: ECONOMIA, SOCIETÀ E POLITICA
– Mario Deaglio (Centro di Ricerca e Documentazione “Luigi Einaudi”)
ore 19.30 Aperitivo fronte piscina

Sabato 13 settembre
ore 9.30 Inizio lavori

LE STRATEGIE DELLE IMPRESE PUBBLICHE E PRIVATE
– Giovanni Maria Paviera (Cdp Immobiliare)
– Stefano Scalera (Agenzia del Demanio)
– Elisabetta Spitz (Invimit SGR)
– Alberto Agazzi (Generali Real Estate)
– Roberto Busso (Gabetti Property Solutions)
ore 11.00 Pausa caffè
ore 11.15 Consegna Premio Presidenza Forum “Giovanni Gabetti”
– Emanuele Caniggia (IDeA Fimit SGR)
– Manfredi Catella (Hines Italia)
– Sergio Iasi (Prelios)
– Aldo Mazzocco (Assoimmobiliare)
– Enrico Morando (Ministero dell’Economia e delle Finanze)
ore 13.00 Termine lavori
ore 13.15 Colazione
Moderatore dei lavori: Mario Breglia – Presidente di Scenari Immobiliari.