smart-working-essenza-osw-wow-webmagazine

Origini, leve e “lati oscuri” dello Smart Working.

L’agenda degli incontri previsti presso la Piscina Cozzi di Milano, nella zona conferenze dell’Isola WOW! Lavoro Agile 2016, includeva anche il corso in collaborazione con l’Ordine Architetti di Milano “Progettare gli ambienti per lo Smart Working” per il quale sono stati riconosciuti ai partecipanti 2cfp dal CNAPPC. Di seguito una sintesi degli interventi introduttivi di Renata Sias e Fiorella Crespi con le presentazioni proiettate dai docenti. (vedi gli altri articoli dedicati agli speech di Alessandro Adamo e Pietro Fiorani).

Renata Sias, direttore di WOW! Webmagazine ha aperto i lavori con una “Introduzione alle tematiche dello smart working” sottolineando l’origine “agile” dell’ufficio; come dimostra la “bura” ancora viva nell’etimologia di molti termini legati al lavoro (burocratico, burocrazia, bureau, ecc.): un telo di stoffa che il mercante medioevale stendeva a fine giornata sul suo banco del mercato per contare il denaro e iniziare l’attività amministrativa.

bura-wow-webmagazine
Di quella agilità ben poco è rimasto nei secoli successivi, in particolare nell’era industriale, quando -come sottolineava Lewis Mumford- la standardizzazione, l’uniformità e il controllo diventavano le parole chiave nel mondo del lavoro e nell’ufficio che segue le logiche tayloristiche.
Anche nelle sue forme apparentemente più “mosse”, come nel caso del Burolanschaft, comunque inflessibilmente configurato come una catena di montaggio dell’informazione.
Solo alla fine degli anni ’70 Frank Duffy di DEGW inizia a parlare di nuove modalità di lavoro rese possibili dalle tecnologie e introduce la “variabile tempo” nel workplace.
Un concetto che getta le basi per gli studi di Stone e Lucchetti che nel 1984 per la prima volta parlano di Activity Based Office nell’articolo “Your Office is where You are” sulla Harward Business Review.
Una visione che sarà aggiornata dagli stessi autori nel 2002 con l’articolo “Our Office is where We are” che introduce il tema dell’ufficio collaborativo “Community Based Office”.
Il resto è attualità: l’ufficio di oggi è un luogo sociale di incontro, condivisione delle conoscenze e crescita collettiva e il progetto dello smart office si articola in modo integrato su 3 leve: spazi che vanno ottimizzati per varie modalità di lavoro, tecnologia smart e un management basato sulla fiducia e la felicità dei dipendenti.
Bricks, Bytes e Behaviours come sintetizza Philip Vanhoutte di Plantronics nel “The Smarter Working Manifesto”.

Workspace technology, leve tecnologiche e change management a supporto dello smart working.

Il tema delle leve a supporto dello smart working è stato approfondito da Fiorella Crespi, ricercatore School of Management POLIMI, direttore Osservatorio Smart Working che, dopo avere presentato alcuni significativi risultati della ricerca OSW 2015, è entrata nel merito dell’importanza di attivare iniziative coerenti su 4 diversi ambiti di applicazione:

caratteristiche-osservatorio-smart-working-wow-webmagazine
Policy organizzative (flessibilità di orario, di luogo e di utilizzo di strumenti)
Tecnologie Digitali (in grado di supportare la Social Collaboration, accessibili, anche con possibilità di “bring your own device”)
Layout fisico ( deve rispondere a requisiti di differenziazione e riconfigurabilità, deve essere confortevole e in grado di integrare le tecnologie per permettere un utilizzo più efficace degli spazi);
Comportamenti e stili di leadership (devono creare senso di appartenenza, responsabilizzazione, flessibilità e attivare comportamenti che permettano il corretto utilizzo delle tecnologie).

lato-oscuro-osservatorio-smart-working-wow-webmagazine
Gli innegabili benefici dello smart working– sull’azienda, le persone e la società- hanno però un “lato oscuro” fatto in parte di difficoltà reali (necessità di maturità e disciplina personale), ma anche di falsi miti (…”non troverò una scrivania dove sedermi”) che possono rendere questo percorso lungo e complesso, come ha dimostrato il case study di Coca Cola raccontato da Pietro Fiorani.

renata-sias-smart-working-lavoro-agile-2016-wow-webmagazine

fiorella-crespi-Smart-Working-lavoro-agile-2016-wow-webmagazine

apertura-NL-isola- agile-2016

Coworking e incontri in piscina! Torna l’Isola WOW Lavoro Agile (15/19 febbraio 2016).

Per il secondo anno consecutivo la tribuna della storica Piscina Cozzi a Milano si trasforma in coworking e in hub per condividere esperienze e visioni sul Lavoro Agile.
Dal 15 al 19 febbraio 2016 WOW! con Milanosport organizza una nuova edizione dell’Isola WOW! Lavoro Agile.
Ogni giorno sono previsti meeting
con i professionisti dello Smart Working.
Clicca qui per consultare l’agenda aggiornata degli incontri.
Non mancare!

In occasione della Giornata del Lavoro Agile promossa dal Comune di Milano (18 febbraio 2016) e dopo il successo dell’edizione 2015 torna Isola WOW! Lavoro Agile.
Per una settimana l’ampio spazio della tribuna al secondo piano della piscina Cozzi sarà allestito con originali postazioni di lavoro e divani gratuitamente a disposizione di chiunque desideri lavorare in modalità Agile o fare una pausa di relax, frequentatori della piscina o smart worker di passaggio potranno usufruire di scrivanie condivise o organizzare piccole riunioni sorseggiando un caffè.
Una novità dell’edizione 2016 è la zona “conferenze” creata per gli incontri con un pubblico più numeroso, per esempio il corso con Ordine degli Architetti di Milano (2 crediti formativi) o il seminario in collaborazione con AREL dedicato al rapporto tra Lavoro Agile e sviluppo urbano, dove è prevista anche la presenza dell’assessora Chiara Bisconti.
Si svolgeranno invece nelle postazioni lounge gli incontri informali e più interattivi -Jelly Session- dedicati a condividere esperienze in Italia e all’estero, ma anche a discutere problematiche e sollevare dubbi o quesiti.
Il valore degli spazi per la collaborazione come catalizzatore di relazioni e generatore di innovazioni sarà il tema della Session in collaborazione con Onclaude, mentre progettisti, manager e aziende di grande esperienza si confronteranno sui nuovi concetti ergonomici, di benessere e sulla visione di heath promotion nella Session organizzato il 18 febbraio, data fissata per la Giornata del Lavoro Agile 2016.
Punto forte di questa iniziativa sono infatti i momenti di network e l’agenda degli incontri dedicati ai principali aspetti del Lavoro Agile.
Un tema che sta diventando di grande attualità anche tra i non addetti ai lavori e che, dopo tanti anni di confusione, comincia finalmente a essere compreso e ad avere un’identità e obiettivi più chiari.
Dopo avere sostenuto e divulgato la cultura dello Smart Working, insieme alle aziende e agli enti partner, WOW! ritiene sia necessario focalizzare gli elementi che permettano di intraprendere il complesso percorso del Lavoro Agile e di applicarlo nel modo corretto.
Ti aspettiamo alla piscina Cozzi.

L’evento è possibile grazie all’ospitalità di Milanosport e al supporto delle aziende che hanno fornito la sponsorizzazione tecnica:

Ringraziamo per il patrocinio:
AREL, Assufficio, GPTW, IFMA, Osservatorio Smart Working PoliMi.

 

L22_COCACOLA_36-piccola-wow-webmagazine

2 CFP per il corso Progettare ambienti Smart Working (gratis).

Nell’ambito dell’evento Isola WOW! Lavoro Agile organizzato da WOW! Webmagazine con Milanosport, nel programma degli incontri previsti presso la Piscina Cozzi di Milano,  il prossimo 16 febbraio 2016 (ore 10/13) si svolgerà il corso gratuito “Progettare gli ambienti per lo Smart Working” in collaborazione con l’Ordine Architetti di Milano (riconosciuti 2cfp dal CNAPPC).

Il corso si propone di analizzare i pilastri su cui si fonda lo Smart Working (tecnologia, management, spazio) e le loro relazioni, per entrare nei dettagli del nuovo approccio progettuale richiesto, soffermandosi sulle nuove esigenze e sulle risposte che il progetto architettonico deve saper dare.
Sarà approfondito l’iter progettuale da implementare in stretta collaborazione con il management dell’azienda committente e con il coinvolgimento dei dipendenti.
Saranno inoltre affrontate le metodologie progettuali e le definizioni di lay out strutturati sulla flessibilità di utilizzo, sui criteri dell’activity based office e su nuovi concetti di qualità ambientale e di ergonomia con concrete esperienze progettuali.

Docenti e argomenti trattati:
Renata Sias,
giornalista, laureata in architettura, direttore di WOW! Webmagazine:
Nuovo approccio progettuale, introduzione alle tematiche dello smart working.
Fiorella Crespi, ricercatore School of Management POLIMI, direttore Osservatorio Smart Working:
Workspace technology, leve tecnologiche e change management a supporto dello smart working.
Alessandro Adamo, architetto, specializzato in workplace e space planning, direttore di DEGW:
Space planning, progettare il workplace per lo smart working.
Pietro Fiorani, National General Services Manager at Coca-Cola HBC Italia:
Facility management e collaborazione con l’architetto nei progetti di smart working.

Ultimi 15 posti disponibili. Il corso è gratuito e aperto agli architetti iscritti agli Ordini di tutta Italia. Le iscrizioni saranno accettate entro e non oltre il 14 febbraio.
Per partecipare all’evento è indispensabile inviare un a email a
info@wow-webmagazine.com
(oggetto email: Progettare ambienti Smart Working) e richiedere l’apposito modulo che deve essere rinviato compilato allo stesso indirizzo.
Potranno accedere al corso solo gli architetti in possesso della conferma di iscrizione. Presentarsi alle ore 9,45 per la firma presenze.

degw-aree-supporto-cocacola-wow-webmagazine

Titolo: Progettare gli ambienti per lo Smart Working
Dove: Tribuna 2° piano della Piscina Cozzi, viale Tunisia 35, Milano.
Quando: 16 febbraio 2016 ore 10/13 ( registrazione ore 9,45)
Dress code: abiti estivi (temperatura circa 30°)

bassa-isola-wow-lavoro-agile-2015-wow-webmagazine

Agenda incontri nell’Isola WOW! Lavoro Agile (Milano 15/19 febbraio).

Isola WOW! Lavoro Agile è un evento organizzato da WOW! Webmagazine in collaborazione con Milanosport, in occasione della Giornata del Lavoro Agile promossa dal Comune di Milano.
Dal 15 al 19 febbraio 2016. La tribuna della piscina Cozzi ospiterà il coworking temporaneo dell’Isola WOW! Lavoro Agile e diventerà l’hub per condividere idee ed esperienze sul tema dello smart working: ogni giorno saranno organizzati incontri e jelly session. 

Ecco, l’agenda degli incontri che si svolgeranno presso la
Tribuna 2° piano della Piscina Cozzi, viale Tunisia 35, Milano.
Tutti gli eventi sono gratuiti. Per partecipare è richiesto l’accredito a info@wow-webmagazine.com
L’agenda è in progress e potrebbe subire modifiche, si consiglia di consultare gli aggiornamenti online.

Suggeriamo l’uso di mezzi pubblici (Metro Porta Venezia o Repubblica; tram 9,10, 33) ma è disponibile anche un parcheggio a pagamento sotto la piscina.
Si consiglia inoltre di indossare abiti leggeri perché la temperatura dell’ambiente è intorno ai 30°.

Si ringraziano Milanosport per l’ospitalità e le aziende che hanno fornito la sponsorizzazione tecnica e il supporto:
Akzo Nobel, BTicino, Caimi Brevetti, Cardex, Dieffebi, Emme Italia, HW Style, Interface, Kinnarps, Linak, Plantronics, Sedus, Sagsa, Nespresso, NEC, Noberasco.

L’evento si svolge con il patrocinio di
AREL, Assufficio, GPTW, IFMA, Osservatorio Smart Working PoliMi.

banner-wow-isola-agile-2016-wow-webmagazine

16 febbraio 2016, ore 10/13

“Progettare gli ambienti per lo Smart Working” 

Evento in collaborazione con l’Ordine Architetti di Milano
(riconosciuti 2cfp dal CNAPPC).
Il corso si propone di analizzare i pilastri su cui si fonda lo Smart Working (tecnologia, management, spazio) e le loro relazioni, per entrare nei dettagli del nuovo approccio progettuale richiesto, soffermandosi sulle nuove esigenze e sulle risposte che il progetto architettonico deve saper dare.

Sarà approfondito l’ iter progettuale da implementare in stretta collaborazione con il management dell’azienda committente e con il coinvolgimento dei dipendenti.
Saranno inoltre affrontate le metodologie progettuali e le definizioni di lay out strutturati sulla flessibilità di utilizzo, sui criteri dell’activity based office e su nuovi concetti di qualità ambientale e di ergonomia con concrete esperienze progettuali.

Docenti e argomenti trattati:
Renata Sias,
giornalista, laureata in architettura, direttore di WOW! Webmagazine:
Nuovo approccio progettuale, introduzione alle tematiche dello smart working.
Fiorella Crespi, ricercatore School of Management POLIMI, direttore Osservatorio Smart Working:
Workspace technology, leve tecnologiche e change management a supporto dello smart working.
Alessandro Adamo, architetto, specializzato in workplace e space planning, direttore di DEGW:
Space planning, progettare il workplace per lo smart working.
Pietro Fiorani, National General Services Manager at Coca-Cola HBC Italia:
Facility management e collaborazione con l’architetto nei progetti di smart working.

Ultimi 15 posti disponibili. Il corso è gratuito e aperto agli architetti iscritti agli Ordini di tutta Italia. Le iscrizioni saranno accettate entro e non oltre il 14 febbraio.
Per partecipare all’evento è indispensabile inviare un a email a
info@wow-webmagazine.com (oggetto email: Progettare ambienti Smart Working) e richiedere l’apposito modulo che deve essere rinviato compilato allo stesso indirizzo.
Potranno accedere al corso solo gli architetti in possesso della conferma di iscrizione. Presentarsi alle ore 9,45 per la firma presenze.

Dress code: abiti estivi (temperatura circa 30°)

banner-wow-isola-agile-2016-wow-webmagazine

16 febbraio 2016, ore 17,00/19,30

Jelly Session
“Lavoro agile e spazi per la collaborazione: nuovi approcci.

Un incontro informale per esplorare le possibilità che le pratiche di coworking offrono per alimentare nuovi flussi di creatività collettiva, generare innovazione e accrescere, allo stesso tempo, l’efficacia e il benessere dei lavoratori.

Gli spazi di lavoro collaborativi innescano, sia in ambito aziendale sia in ambienti per il lavoro “agile” autonomo, dinamiche di cooperazione e di produzione di valore immateriale per il singolo lavoratore e per la comunità.
In questo scenario, emerge un nuovo fronte della progettazione dell’ambiente di lavoro come spazio di fruizione e come ambiente catalizzatore di relazioni. Un fronte ancora poco esplorato dalla comunità del design.

Faranno il punto su approcci e metodi applicati e sulle prospettive di sviluppo dei nuovi ways of working:
Maria Serra, design thinker e consulente per l’innovazione, fondatrice dell’agile agency onclaude.com
Nicola Brembilla, architetto, fondatore di studio Hypnos e dello spazio di coworking Unità di Produzione
Antonio Iadarola, designer, fondatore di Studio Wè e dottorando alla Seconda Università di Napoli

La partecipazione è gratuita. Dress code: abiti estivi (temperatura circa 30°)

banner-wow-isola-agile-2016-wow-webmagazine

17 febbraio 2016, ore 17,00/19,30

Seminario in collaborazione con AREL
“Lavoro Agile: quale impatto sul settore immobiliare e la città?”

Smart Working significa totale ripensamento in termini di change management, utilizzo delle tecnologie e concezione degli ambienti di lavoro.

La massima flessibilità e ibridazione, parole chiave del modello organizzativo “agile”, hanno anche un forte impatto sulla gestione e riqualificazione del patrimonio immobiliare e sulla visione di una città più sostenibile e human oriented.

Parleranno di questi temi:
Chiara Bisconti,
Assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi generali
Francesca Spada, Consulente Human Resources
Barbara Polito, Presidente d’onore AREL (Associazione Real Estate Ladies), Partner di Real Consultant srl
Anna Maria Ricco, Head of real estate Italy di UniCredit Business Integrated Solutions.
Moderatrice: Paola G. Lunghini, Direttore Responsabile di Economia Immobiliare e di www.internews.biz

La partecipazione è gratuita. Dress code: abiti estivi (temperatura circa 30°)

banner-wow-isola-agile-2016-wow-webmagazine

18 febbraio 2016, ore 17,00/19,30

Jelly Session
“Ergonomia, comfort e health promotion nello smart office”

Lavoro Agile significa adottare soluzioni work-life balance e una nuova visione in termini di benessere dei dipendenti che include anche il totale ripensamento del design per il workplace.

Se è vero che l’applicazione di modalità Smart Working riduce drasticamente il numero di postazioni all’interno dell’ufficio, è evidente però che aumenta il livello qualitativo degli ambienti e che sempre più importante è l’attenzione al progetto del comfort ambientale; un progetto integrato che tiene in considerazione molti aspetti e si basa su nuovi concetti ergonomici e prossemici.
Nel corso di questo incontro saranno presentati alcuni case study eccellenti e condivise esperienze e soluzioni per il garantire il comfort nell’ambiente di lavoro.

Si confronteranno in modo informale su questi temi:
Daniele Andriolo (Plantronics)
Matteo Artusi
(TotalTool)
Antonino Borgese (GPTW)
Antonio Borghi (Unispace)
Giulio Ceppi (TotalTool)
Cristiana Cutrona (Revalue)
Paolo Davoglio (Facility &Welfare manager)
Rossella Destefani (Deamicis Architetti)
Gianluca Geroli (SgS Architetti Associati)
Giovanni Giacobone (Progetto CMR)
Antonella Mantica (Progetto CMR)
Luca Pasqualotto (Copernico)
Marco Predari (Assufficio)
Federico Rivera (Digital Entity)
Renata Sias (WOW! Webmagazine)
Andrè Straja (GaS Studio)
Marco Vigo (DC10)
Silvano Zanuso (Technogym)
Antonio Zulianello (NEC)
e altri professionisti che stanno confermando la partecipazione.

La partecipazione è gratuita. Dress code: abiti estivi (temperatura circa 30°)

WOW! ringrazia le aziende che hanno reso possibile la realizzazione dell’Isola WOW! Lavoro Agile 2016.

logo-sponsor-isola-agile-2016

Grazie per il patrocinio a :

 

 

banner-wow-isola-agile-2016-wow-webmagazine

02-Neomobile-Unispace-Antonio-Borghi-wow-webmagazine

Neomobile: layout diversi per attività diverse.

Passione, innovazione, trasparenza e bellezza” questi secondo il CEO di Neomobile Gianluca D’Agostino sono gli ingredienti del nuovo quartier generale a Roma disegnato da Salvatore MarinaroAntonio Borghi di Unispace, che lo ha presentato alla Jelly Session durante lIsola WOW! Lavoro Agile alla Piscina Cozzi. “Dietro al muro di mattoni, ci sono 4 piani di lavoro, uffici moderni e flessibili che supportano il nostro team e sono fonte di ispirazione per portare avanti la tecnologia della monetizzazione attraverso il mobile”.

Neomobile è un gruppo leader nel mobile commerce che opera a livello globale. Istituita nel 2007, oggi aiuta gli sviluppatori di app, adnetwork e aziende digitali come content provider, social network a monetizzare i loro servizi o prodotti digitali, oppure il traffico web e mobile, attraverso il carrier billing, la fatturazione con l’operatore telefonico.
“È una azienda internazionale, quindi avevano ben chiaro il concetto di smart working e non c’è stato bisogno di lavorare sul change management”, spiega Antonio Borghi, l’architetto di Unispace che si è occupato dello space planning del progetto del nuovo quartier generale Neomobile all’EUR di Roma.
“Ci siamo concentrati solo sul nostro core business: la progettazione di un edificio abbastanza complesso, il braccio di un vecchio monastero in un parco, perciò con vincoli strutturali pesanti. Il nostro ruolo è stato quello di ripulire la struttura e riportarla allo stato originale e riadattarla in un dialogo vivo tra lo spazio preesistente e le esigenze dellazienda in ogni settore”.
Necessità diverse che hanno portato a progettare i quattro piani della struttura con un diverso layout e diverse soluzioni di interior design.
Partendo dal secondo piano, dove lavora il settore tech, cuore dell’azienda, il layout prevede stanze separate da pareti in vetro, all’insegna della trasparenza e della continuità visiva, che affacciano su un corridoio aperto con piccole sale riunioni usufruibili in caso di necessità.
Le pareti di vetro sono utilizzate come vere e proprie lavagne dove attaccare fogli plastificati e appunti.
Il centro amministrativo è situato al primo piano, dedicato al top management e alla sala del consiglio, ma lo spazio principale è il piano terra, uno spettacolare open space con grandi finestre sul giardino che ospita al suo interno diverse funzioni.
“Poichè la struttura dell’edificio non presentava il classico allineamento di pilastri centrali abbiamo deciso di creare una spina centrale di scrivanie” spiega Antonio Borghi. “La luce è abbastanza alta, è una sala molto ampia, e questo ci ha fatto propendere per la soluzione a navata unica. Una configurazione “ad albero” con una certa densità, che probabilmente si evolverà nel tempo. Avendo l’azienda eliminato il telefono fisso per ogni dipendente, sono stati anche creati dei Phone booth, adibite a chiamate veloci”.
Anche il seminterrato è un open space con larghe finestre e accesso dal giardino, una comfort zone pensata per incentivare gli incontri in un ambiente informale, in un’area tra le più grandi dell’azienda fornita anche di oggetti ludico-ricreativi come il calcio balilla o il ping pong.
“Cercando di riassumere il progetto del quartier generale Neomobile si possono individuare tre concetti chiave” conclude Antonio Borghi. “Uno spazio efficiente e differenziato, studiato appositamente per le diverse tipologie di lavoro dei vari settori. Nessuno spazio è lasciato inutilizzato e nessuna funzione eccede il suo reale bisogno. Poi direi che è un workplace dinamico e smart, capace cioè di supportare diverse attività con un linguaggio architettonico non convenzionale, pensato fuori dagli schemi”.
Testo di Gabriele Masi.

01-Neomobile-Unispace-Antonio-Borghi-wow-webmagazine

01-Star-Il-Prisma-wow-webmagazine

Star: rivoluzione smart di un’azienda tradizionale.

Dalla scrivania fissa e personale all’open space, da uno spazio fortemente gerarchizzato alle postazioni libere. Come portare un’azienda tradizionale e con un una lunga storia nell’era dello smart working? Durante la seconda jelly session dell’Isola WOW! Lavoro Agile, Matteo Melchiorri, HR Star e Antonella Grenci de Il Prisma hanno illustrato le caratteristiche dei nuovi uffici Star di Milano.

Star, la famosa azienda alimentare, ha da poco trasferito i suoi uffici presso il centro MAC7 di Milano. Gli interni, progettati dall’architetto Antonella Grenci de Il Prisma, propongono una concezione dell’ambiente di lavoro, all’insegna del “chance encounters”.
“Abbiamo optato per un open space uguale per tutti senza postazioni assegnate” spiega Matteo Melchiorri, direttore risorse umane Star “Abbiamo scelto uno spazio molto generoso, senza un obiettivo di ottimizzazione della superfice. Di per sé la postazione è tradizionale, ma non ci sono pannelli divisori e soprattutto sono stati ridotti al minimo gli spazi fisici per l’archiviazione dei documenti, perché abbiamo adottato un approccio paper-less.
Per accompagnare il processo di cambiamento verso questo nuovo modo di lavorare, abbiamo dotato ogni dipendente di un locker, armadietto 35x35x60cm per gli oggetti personali”.
L’elemento che contraddistingue il progetto è la forte impronta che lazienda ha voluto dare allo spazio, in primo luogo nell’uso del colore.
“Chiunque entri negli uffici non ha dubbi di trovarsi in Star per i colori inconfondibili del marchio”, spiega Antonella Grenci. “Una moquette verde, un grande prato, e le nuvole colorate dei pannelli acustici gialle, rosse e bianche: i colori di Star sono presenti ovunque”.
Altro forte elemento architettonico e cuore del progetto è lagorà.
“Gli uffici hanno una struttura ovale” continua Melchiorri “al centro c’è un’agorà che riproduce l’ambiente famigliare di una cucina, con un bancone, un frigorifero, vending machine, tavolini e divanetti. Unarea break flessibile e multifunzione che può essere utilizzata per rilassarsi o lavorare in autonomia o con altri in maniera informale.
Volevamo un luogo che favorisse lincontro e la condivisione tra i dipendenti. Abbiamo anche una cucina vera, professionale, uno spazio di lavoro dove organizziamo show cooking, eventi con la stampa, coi consumatori, con gli studenti universitari, etc”.
Qual è, però, il fattore più importante del passaggio allo smart working per un’azienda tradizionale come Star?
Melchiorri non ha dubbi: “È il change management, fatto di accompagnamento,verso il nuovo e di spiegazione del perché delle scelte.
Proprio con questa finalità abbiamo illustrato le varie fasi di realizzazione dei nuovi spazi attraverso un website dedicato ed abbiamo organizzato un focus group interno per ascoltare i dubbi e gli spunti delle nostre persone”.
Limportante è non dare per scontato nulla e rispondere a tutte le domande che arrivano”.
Il passaggio allo smart working, come tiene a sottolineare Melchiorri, non è comunque semplice e richiede una sua gradualità.
“Non possiamo definirci un’azienda agile, ma abbiamo scelto per il momento una maggior flessibilità in entrata (dalle 7.30 alle 9.30), nella gestione dell’orario durante la giornata e di conseguenza anche dell’orario di uscita, ma soprattutto abbiamo eliminato la timbratura, all’insegna del trust ed dell’accountability. Abbiamo deciso di non adottare in questa fase l’home working, per il futuro vedremo…”.
Testo di Gabriele Masi.

04-Star-Il-Prisma-wow-webmagazine

 

02-siemens-office-wow-webmagazine

Siemens: l’ufficio per il lavoro agile.

Introdotto nel 2011 in Italia, dapprima presso l’headquarter milanese con il coinvolgimento delle funzioni centrali, il progetto Siemens Office offre la possibilità di lavorare ovunque senza obblighi di orario. Un radicale cambiamento culturale per i circa 1.700 collaboratori di Siemens su tutto il territorio nazionale. Un concetto declinato su sei cardini: lavoro mobile e flessibile, nuovi layout degli uffici, lavoro per obiettivi, miglioramento del work life balance, postazioni di lavoro non assegnate e sostenibilità.

Alberto Cannistrà , membro del consiglio direttivo IFMA e responsabile real estate di Siemens ha spiegato il ruolo del FM nel processo di agilità” di unazienda e ha esposto il progetto smart working della multinazionale durante la conferenza di apertura dell’Isola WOW! Lavoro Agile alla Piscina Cozzi di Milano.
“Quello del Facility Manager è un ruolo chiave all’interno di un’azienda nel passaggio allo smart working; il FM è infatti la figura addetta al coordinamento e allintegrazione di spazi, servizi e persone di una organizzazione, cercando di trovare l’ambiente e la situazione più confortevole perché i colleghi possano esercitare le proprie funzioni nel modo migliore possibile”.
Nel caso di Siemens il Facility Manager ha collaborato strettamente con la direzione del personale perché questa filosofia fosse compresa dai dipendenti.
Abbiamo offerto a tutti i dipendenti la possibilità di accettare o meno la modalità smart working. A chi aderisce è fornito un cellulare, il pc,l80% del costo della connessione internet e tolto lobbligo di timbratura”.
Con la creazione di ambienti di lavoro confortevoli, che contribuiscono al benessere psico-fisico dei collaboratori, favorendone l’elasticità di tempo e di spazio, è possibile utilizzare la flessibilità della prestazione con ampi margini di autonomia personale, basando lorganizzazione delle attività per obiettivi.
“Il progetto ha modificato anche l’ufficio,- continua Cannistrà -.Non viene più assegnata, infatti, una postazione fissa, ma è il dipendente che si sposta nei diversi ambienti a secondo di quello che deve fare, in una serie di spazi con diverse funzioni. Ogni collaboratore sceglie, così, di volta in volta il posto che preferisce o che è più adatto all’attività da svolgere in quella determinata giornata lavorativa. Dopo aver completato le proprie attività, il posto diventa disponibile per un altro collega”.
“Lufficio diventa sempre di più un luogo di socializzazione. Il nostro lavoro singolo può essere svolto ovunque vogliamo, l’ufficio è perciò soprattutto un posto dove incontrare gli altri colleghi: così abbiamo creato nuove caffetterie e mense. La funzione principale è sempre più quella di un luogo di riferimento per il lavoro in team, e per tutti quei passaggi in cui è fondamentale la compresenza”.
Il lavoro agile, come dimostra il caso Siemens, presenta enormi vantaggi per i lavoratori, per l’azienda e anche per le città e l’ambiente: è gestita meglio la mobilità dei dipendenti per gli spostamenti casa-ufficio, il minor fabbisogno di spazi significa la riduzione importante di una voce che incide sui costi aziendali e insieme alla diminuzione degli spostamenti casa-ufficio contribuisce a contenere le emissioni di inquinamento.
Siemens Office è una sfida che abbiamo vinto -, conclude orgogliosamente Alberto Cannistrà -. “Ciò che a mio avviso è veramente importante è stato incontrare le persone, spiegare loro il progetto e lasciarle libere di decidere. Se qualcuno non accetta il lavoro agile va bene lo stesso, viene in ufficio tutti i giorni e questo tipo di scelta non ha effetti negativi da nessun punto di vista.
Testo di Gabriele Masi.

01-siemens-office-wow-webmagazine

 

4-b--isola-WOW-lavoro-agile-cozzi-wow-webmagazine

Diamo fiducia al lavoro agile!

“Qual è il senso vero del lavoro agile? Un grande patto di fiducia, una fiducia estrema nelle persone e nella loro capacità di regolarsi e di darsi degli obiettivi concreti e, al contempo, una filosofia di vita, una strada di semplicità piena di effetti positivi. Ma allora perché non si riesce ad attuare?” Con questa domanda l’assessora Chiara Bisconti ha aperto la tavola rotonda inaugurale della settimana dell’Isola Wow! Lavoro Agile presso la Piscina Cozzi di Milano lo scorso 23 Marzo.

“Il lavoro agile si basa sull’autodeterminazione di tempo e luogo uscendo finalmente dalla visione tayloristica del lavoro. E’ una modalità lavorativa che misura la qualità del lavoro sugli obiettivi e i risultati: a tutti può portare grandi vantaggi. In particolare aumenta il grado di benessere del dipendente perché permette di recuperare ore preziose da dedicare a sé, alla famiglia, al tempo libero e all’impegno sociale. Noi donne in particolare siamo soddisfatte quando riusciamo ad avere un approccio globale e a ‘mettere insieme le cose’ cercando di uscire da stili di vita che ci vogliono sempre divisi- ha dichiarato in apertura dei lavori l’assessora Chiara Bisconti e ha continuato- Forse il cambio culturale può essere stimolato anche da un ‘momento estremo’ come questo perché quando i luoghi sono ben concepiti sono già predisposti per essere accoglienti e per rispondere a bisogni diversi.

In effetti, come ha fatto notare Luca Ghezzi, responsabile di relazioni esterne e comunicazione di Milanosport, “Il colpo d’occhio di vedere l’acqua lì sotto e tanta gente che qua a pochi metri parla di lavoro agile è qualcosa che colpisce davvero. Oggi nelle famiglie dove lavorano sia moglie che marito il lavoro agile diventa praticamente indispensabile”. Allora quali sono le resistenze al cambiamento?
La risposta la dà Antonino Borgese di Great Place to Work Italia: “La realizzazione del lavoro agile in azienda non è un problema di tipo logistico o tecnologico, ma di un rapporto di fiducia da instaurare in due sensi. Da una parte la fiducia del manager che il collaboratore, anche senza le forme di controllo in presenza, faccia il suo lavoro e dall’altra quella del dipendente caratterizzata dall’urgenza di sfatare il mito che le persone con le migliori prestazioni e che fanno più carriera sono quelle che lavorano più a lungo in ufficio.
Il manager di ogni azienda deve essere molto chiaro nel momento in cui decide di intraprendere un cammino di questo tipo: stare in ufficio fino a tardi non ha niente a che vedere con la prestazione lavorativa. In questo senso il lavoro per obiettivi è veramente un processo di crescita culturale. D’altra parte, come emerge da un sondaggio svolto dall’azienda TNT, le persone che lavorano da casa dedicano all’azienda mediamente 5 ore in più che non quelle che lavorano in ufficio.
E questo non è un caso perché fare lavoro agile non è solo mettere le persone in condizioni di lavorare con maggiore agio, ma è soprattutto l’espressione della cura che l’azienda ha delle esigenze dei dipendenti. La cura è uno dei fattori più importanti che rendono possibile alla persona di esprimere a pieno il proprio potenziale e il meglio di se stessa”.

Una seconda criticità culturale è stata sottolineata invece da Alberto Cannistrà di IFMA Italia e responsabile Real Estate di Siemens.
Perché la gente non sceglie il lavoro agile? Perché c’è una paura diffusa che si arriverà a non avere più una chiara e netta suddivisione di quella che è la nostra vita privata e il tempo dedicato all’ufficio e all’azienda. Questo è dunque il maggior timore: essere in servizio 24h al giorno, senza più un momento per staccare”.
Ma questi problemi si possono risolvere come dimostra l’esperienza di Siemens che trattiamo in un articolo a parte.
“Il tema del work-life balance diventa centrale per riuscire a trovare il confine tra tempo lavorativo e tempo libero”, conferma anche Fiorella Crespi responsabile Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, mostrando dei dati incoraggianti sui cambiamenti nel settore del lavoro in Italia.
“Soprattutto nel corso dell’ultimo anno qualcosa si sta muovendo. L’8% delle aziende italiane ha abbracciato la visione del lavoro agile. Questo nuovo mondo di lavorare porta benefici anche all’azienda stessa: miglioramento produttività fino al 40%, le persone svolgono lo stesso lavoro in meno tempo e sono più produttive. È qualcosa che se adeguatamente implementato funziona, un meccanismo virtuoso che sta iniziando a diffondersi. Un modo di lavorare che non ha niente a che fare con il telelavoro, con cui spesso viene confuso. Il lavoro agile è qualcosa di molto diverso: è dare la possibilità alle persone della libertà e della flessibilità”.
Sintetizziamo in un articolo dedicato gli interventi di Francesco Zurlo e Marco Predari hanno risposto alla domanda: come risponde il design in questo progressivo cambio di mentalità verso il lavoro agile?
Testo di Gabriele Masi.

-isola-WOW-lavoro-agile-cozzi-wow-webmagazine-lunga


 

1--isola-WOW-lavoro-agile-cozzi-wow-webmagazine

Lavoro Agile in piscina, ecco un “ufficio” davvero WOW!

Il successo dell’Isola WOW! Lavoro Agile è stata superiore a ogni aspettativa. Curiosità e interesse hanno attirato nelle postazioni temporanee installate alla Piscina Cozzi molte persone che hanno accolto le opportunità offerte dalla Giornata del Lavoro Agile 2015 per sperimentare nuovi luoghi e modi di lavoro.
Anche la copertura mediatica è stata altissima, dai quotidiani alla televisione, dai portali ai magazine online. L’idea di portare il lavoro agile in un luogo deputato all’agilità del corpo si è rivelata innovativa, stimolante e divertente. L’ambiente di lavoro ha bisogno di iniziative che facciano esclamare WOW!

Ringraziamo Milanosport per la collaborazione e le aziende che hanno reso possibile questo evento che regala al luogo di lavoro un’identità nuova e bene esprime la filosofia alla base della Giornata del Lavoro Agile, come ha sottolineato l’Assessora Chiara Bisconti in occasione della tavola rotonda che ha inaugurato l’evento, focalizzata sul work-life balance, ovvero sulla conciliazione tra vita privata e vita lavorativa.
Grazie anche ai progettisti e ai manager che, non solo hanno partecipato agli incontri pomeridiani innescando uno stimolante dibattito e scambio di esperienze sui temi dello smart working, ma hanno testimoniato in diretta sui social media il loro entusiasmo.

L’allestimento è stato possibile grazie alla partecipazione di: AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, Kinnarps, Kundalini, Plantronics, Sedus, USM.
Ringraziamo anche tutte le testate che hanno dato copertura all’evento, tra queste Corriere, Repubblica, Leggo, Avvenire, Il Giorno; e molti siti web:


http://jobtalk.blog.ilsole24ore.com/2015/03/23/hr-center-lo-chiamavano-telelavoro-adesso-e-lavoro-agilee-si-fa-anche-in-piscina/
http://vivimilano.corriere.it/feste-mercatini-fiere/giornata-lavoro-agile-2015_2301133317354.shtml
http://www.comune.milano.it/portale/wps/portal/CDM?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/wps/wcm/connect/ContentLibrary/giornale/giornale/tutte+le+notizie+new/benessere+qualita+della+vita+sport+e+tempo+libero/lavoro_agile_15spazi_coworking
http://www.ilgiorno.it/milano/coca-cola-lavoro-1.791264
http://247.libero.it/rfocus/22666852/0/lavoro-agile-dalla-piscina-cozzi-all-ufficio-in-piazza-duomo-ai-15-spazi-coworking-domani-milano-pi-smart/
http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/03/25/foto/milano_il_lavoro_agile_dal_tram_alle_guglie_del_duomo-110465921/1/#1
http://www.ingenere.it/articoli/lavoro-agile-esperimento-milano
http://milano.fanpage.it/coworking-a-milano-arriva-la-giornata-del-lavoro-agile/
http://www.arelitalia.com/site/da-emanuela-bandi-e-lella-castelli-lavorare-in-piscina-nellisola-wow-il-lavoro-agile-e-possibile/
http://www.easterngraphics.com/pcon/it/2015/03/14/lavorare-in-piscina/
5-bis-isola-WOW-lavoro-agile-cozzi-wow-webmagazine
http://www.greatplacetowork.it/pubblicazione-ed-eventi/blog-e-notizie/850-giornata-del-lavoro-agile-2015
http://www.mi-lorenteggio.com/news/35677
http://trova-eventi.it/arese-isola-wow-lavoro-agile-co-piscina-cozzi-milano/
http://www.eventioggi.net/evento-agilit-amp-benessere-tavola-rotonda-c-o-isola-wow-lavoro-agile-piscina-cozzi-milano-arese-189424
http://plannify.com/milano/events/giornata_del_lavoro_agile_2015-2779412.html
http://plannify.com/milano/events/giornata_del_lavoro_agile_2015-2779412.html

rai3-isola-wow-lavoro-agile-15-cozzi

RAI 3: in onda Isola WOW!Lavoro Agile alla piscina Cozzi.

RAI 3 (tg Regionale Lombardia ore 14) ha dedicato il 25 marzo, un servizio all’evento organizzato da WOW! Webmagazine nella tribuna della Piscina Cozzi di Milano in occasione della Giornata Lavoro Agile 2015.


Un bel servizio, ma con un imbarazzante errore: la persona intervistata all’interno dell’ Isola WOW! Lavoro Agile è Renata Sias, ideatrice dell’iniziativa, e non l’Assessora Chiara Bisconti come è scritto nel sottotitolo… ( quella che parla dal suo ufficio con vista sul Duomo è l’assessora “vera” grande promotrice del Lavoro Agile e della conciliazione tra vita personale e vita lavorativa.rai3-isola-wow-lavoro-agile-2015-cozzi

2-Isola-WOW!-lavoro-agile-sara-marani-wow-webmagazine-bassa-ris

Ricco programma di incontri sul Lavoro Agile.

In occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015, WOW! Webmagazine organizza, Isola WOW! Lavoro Agile, in collaborazione con Milanosport, nella tribuna della Piscina Cozzi di Milano.
Vivaci postazioni di lavoro per sperimentare nuove modalità lavorative e un ricco programma di incontri per condividere esperienze e idee sul tema “Lavoro Agile”.
Anche il programma degli incontri è “agile” e potrebbe subire cambiamenti. Consulta questa pagina per eventuali modifiche o aggiornamenti.
I posti sono limitati per piacere si richiede l’accredito.
info@wow-webmagazine.com

Oltre alla tavola rotonda di inaugurazione, il 23 marzo ore 18, Isola WOW! Lavoro Agile propone ogni giorno alle 17 le Jelly Session, incontri informali per condividere idee ed esperienze sul tema del Lavoro Agile e ascoltare dalla voce dei protagonisti il racconto di case history eccellenti…addolciti da orsetti jelly offerti da Haribo.

Si ringraziano: Milanosport per l’ospitalità
e le aziende
AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, Kinnarps, Kundalini, Plantronics, Sedus, Tarkett, USM per la fornitura di arredi, pavimentazioni, piante, illuminazione e accessori. Haribo per orsetti jelly e liquirizia.

Con il patrocinio di: ADI, Assufficio, Great Place to Work Italia, IFMA Italia, Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano.
600-wow-webmagazine-logo-isola-wow!-lavoro-agile

IN BREVE:
ISOLA WOW! LAVORO AGILE (in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015).
dove:
Piscina Cozzi, Viale Tunisia 35, Tribuna 2° piano.
quando: 23 marzo ore 17/20; dal 24 al 26 marzo ore 10/18; 27 marzo ore 10/14.

600-wow-webmagazine-logo-isola-wow!-lavoro-agile

Programma eventi: Isola WOW! Lavoro Agile.

Dal 23 al 27 marzo, in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015, WOW!  organizza alla piscina Cozzi di Milano Isola WOW! Lavoro Agile:  smart working per tutti con momenti di incontro e condivisione di esperienze.
Anche il programma degli incontri è “agile” e potrebbe subire cambiamenti. Consulta questa pagina per aggiornamenti.

Programma degli incontri:

Tavola Rotonda di inaugurazione “Agilità & Benessere” 23 marzo (ore 18).

Con la partecipazione di:
Chiara Bisconti (Assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi generali del Comune di Milano)
e dei rappresentanti degli enti e associazioni che hanno dato supporto e patrocinio all’iniziativa.
Antonino Borgese (presidente Great Place to Work Italia),
Alberto Cannistrà (membro Consiglio Direttivo IFMA Italia),
Raphael Caporali (direttore generale Milanosport),
Mariano Corso (responsabile scientifico Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano),
Marco Predari (presidente Assufficio),
Francesco Zurlo (Comitato Selezione ADI Index e prof. dip. Design Politecnico Milano)
Renata Sias (direttore WOW! Webmagazine) moderatrice.

Jelly Session
incontri informali per condividere idee sul tema “agilità” e presentare “case history agili” (24, 25, 26 marzo ore 17).

24 marzo (ore 17): Jelly Session “Spazi e tecnologie per il Lavoro Agile”
Lucia Matti (DEGW);
Cristiana Cutrona (Revalue);
Stefano Carone (Il Prisma);
Matteo Melchiorri ( Star-Gallina Blanca)
25 marzo (ore 17) Jelly Session “Agilità nell’azienda 3.0”
Jacopo della Fontana (D2U),
Francesca Ordanini, (IRI Worldwide),
Silvia Zambon (IRI Worldwide);
Paola Miglio (Monforte);
Antonio Borghi (Unispace);
Annalisa Giangregorio (Neomobile),
Flavia Scura (Neomobile);
26 marzo (ore 17): Jelly Session “Tecnologia, ergonomia e design per l’ufficio agile”
Robin Rizzini (Fattorini+Rizzini+Partners);
Marco Fossi (Commissione Tecnica FEMB e FLA);
Gianluigi Sacchetti (Commissione Tecnica UNI);
Michele Dell’Orto (Linak);
Ilaria Santambrogio (Plantronics);

I posti sono limitati per piacere si richiede l’accredito:
Facebook , info@wow-webmagazine.com

Le postazioni ufficio sono gratuitamente a disposizione di chiunque desideri sperimentare nuovi modi e luoghi di lavoro (dalle 10 alle 18, vedi orari sotto).
Isola WOW! Lavoro Agile è anche un’occasione per condividere idee ed esperienze sul tema del Lavoro Agile e ascoltare dalle voce dei protagonisti il racconto di case history eccellenti… con finale a tarallucci e vino!

Si ringraziano: Milanosport per l’ospitalità e le aziende AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, Kinnarps, Kundalini, Plantronics, Sedus, USM per la fornitura di arredi, pavimentazioni, piante, illuminazione e accessori.

Con il patrocinio di: ADI, Assufficio, Great Place to Work Italia, IFMA Italia, Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano.

IN BREVE:
ISOLA WOW! LAVORO AGILE (in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015).
dove: Piscina Cozzi, Viale Tunisia 35, Tribuna 2° piano.
quando: 23 marzo ore 18/20; dal 24 al 26 marzo ore 10/18; 27 marzo ore 10/14.

600-wow-webmagazine-logo-isola-wow!-lavoro-agile

Isola WOW! Lavoro Agile: programma eventi.

Dal 23 al 27 marzo, in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015, WOW! Webmagazine organizza alla piscina Cozzi di Milano Isola WOW! Lavoro Agile: accoglienti workplace per lo smart working e momenti di incontro.
Anche il programma degli incontri è “agile” e potrebbe subire cambiamenti. Consulta questa pagina per aggiornamenti.
I posti sono limitati , si richiede l’accredito.

Programma degli incontri:

“Agilità & Benessere” Tavola Rotonda: inaugurazione Isola WOW! Lavoro Agile. 23 marzo, ore 18.

Programma
Giornata del Lavoro Agile e Qualità della Vita.
Chiara Bisconti (Assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi generali del Comune di Milano).
Lavorare in piscina: proposta d’uso degli spazi pubblici o provocazione?
Pierfrancesco Barletta (presidente Milanosport).
Il ruolo del Facility Manager nel processo di smart working.
Alberto Cannistrà (membro Consiglio Direttivo IFMA Italia).
Le Best Company sono Agili?
Antonino Borgese (presidente Great Place to Work Italia).
Design delle Opzioni e Smart Working.
Francesco Zurlo (Comitato Selezione ADI Index e prof. dipartimento Design Politecnico Milano).
Il Lavoro Agile cambia l’identità del workplace?
Marco Predari (presidente Assufficio).
Aggiornamenti nella ricerca Smart Working.
Fiorella Crespi (responsabile della ricerca Osservatorio Smart Working, Politecnico di Milano).
Renata Sias (direttore WOW! Webmagazine) Moderatrice.

Jelly Session
Ogni giorno incontri informali per condividere idee ed esperienze sul tema “agilità” e “case history agili” raccontati da manager e architetti…“addolciti” dalle jelly di Haribo.

24 marzo (ore 17 )“Spazi, organizzazione e tecnologie per il Lavoro Agile”
Lucia Matti (DEGW);
Cristiana Cutrona (Revalue);
Stefano Carone (Il Prisma);
Antonella Grenci (Il Prisma);
Arianna Palano (Il Prisma);
Matteo Melchiorri (Star-Gallina Blanca)
Paola Salemi (AZ Services Point)
Luca Salemi (AZ Services Point)
Claudio Muci (Information Architect & User Experience design).

25 marzo (ore 17) “Agilità nell’azienda 3.0”
Jacopo della Fontana (D2U),
Francesca Ordanini, (IRI Worldwide),
Silvia Zambon (IRI Worldwide);
Paola Miglio (Monforte);
Antonio Borghi (Unispace);
Annalisa Giangregorio (Neomobile),
Flavia Scura (Neomobile);

26 marzo (ore 17) “Tecnologia, ergonomia e design per il workplace agile”
Robin Rizzini (Fattorini+Rizzini+Partners);
Marco Bonetto (Bonetto Design);
Marco Fossi (Commissione Tecnica FEMB e FLA);
Gianluigi Sacchetti (Commissione Tecnica UNI);
Michele Dell’Orto (Linak);
Ilaria Santambrogio (Plantronics);

I posti sono limitati per piacere si richiede l’accredito:
info@wow-webmagazine.com

Le postazioni ufficio sono gratuitamente a disposizione di chiunque desideri sperimentare nuovi modi e luoghi di lavoro (dalle 10 alle 18, vedi orari sotto).
Isola WOW! Lavoro Agile è anche un’occasione per condividere idee ed esperienze sul tema del Lavoro Agile e ascoltare dalle voce dei protagonisti il racconto di case history eccellenti… con finale a tarallucci e vino!

Si ringraziano: Milanosport per l’ospitalità e le aziende AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, Kinnarps, Kundalini, Plantronics, SedusTarkettUSM per la fornitura di arredi, pavimentazioni, piante, illuminazione e accessori. Haribo per orsetti jelly e liquirizia.

Con il patrocinio di: ADI, Assufficio, Great Place to Work Italia, IFMA Italia, Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano.

IN BREVE:
ISOLA WOW! LAVORO AGILE (in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015).
dove: Piscina Cozzi, Viale Tunisia 35, Tribuna 2° piano.
quando: 23 marzo ore 17/20; dal 24 al 26 marzo ore 10/18; 27 marzo ore 10/14.

Isola-WOW!-lavoro-agile-cozzi-wow-webmagazine-72

Lavorare in piscina? Nell’Isola WOW! il “lavoro agile” è possibile!

Può una piscina -luogo tradizionalmente dedicato all’agilità del corpo- trasformarsi in un inedito, piacevole e informale “ufficio” dedicato al “lavoro agile” dove lavoro e benessere convivono? A Milano questo sarà possibile in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015 promossa dal Comune di Milano.  WOW! Webmagazine allestirà infatti dal 23 al 27 marzo alcune postazioni di lavoro temporanee per lo “smart working” caratterizzate da un design di alto livello e dotate di connessione wi-fi.
Le Isole WOW! saranno a disposizione gratuita di chi frequenta la piscina e di chiunque desideri sperimentare nuovi modi e luoghi di lavoro.

All’interno della storica piscina milanese Cozzi, progettata nel 1934 dall’ ing Luigi Secchi, WOW! Webmagazine (testata focalizzata sui nuovi Ways Of Working) allestirà nella tribuna un “arcipelago” di originali postazioni ufficio “smart working” con connessione wi-fi a disposizione gratuita di chi frequenta la piscina e di chiunque, da solo o in gruppo, voglia sperimentare modalità lavorative agili in luoghi di lavoro fuori dall’ordinario.
Sono previste aree lounge per il relax e gli incontri informali, postazioni più riservate dedicate alla concentrazione, desk per la collaborazione e il coworking, meeting table per la condivisione.
Il Lavoro Agile richiede soprattutto un cambiamento culturale: agilità mentale prima che lavorativa e spazi che favoriscano la creatività; ogni Isola WOW! è perciò uno spazio gioioso e vivace, un “luogo di lavoro” che genera benessere e ci fa esclamare WOW!

Il 23 marzo alle ore 18  tavola rotonda di inaugurazione con interventi di: Assessora Chiara Bisconti, Mariano Corso, Francesco Zurlo, Marco Predari, Antonino Borgese, Alberto Cannistrà, Raphael Caporali; modera Renata Sias, direttore di WOW! Webmagazine.
Sono inoltre previsti, ogni pomeriggio alle ore 17, “Jelly Session” ovvero incontri informali per condividere idee ed esperienze sul tema Lavoro Agile e Benessere e presentare interessanti “Case History”.

Evento organizzato da WOW! Webmagazine in collaborazione con Milanosport.
patrocinato da ADI, Assufficio, Great Place to Work Italia, IFMA Italia, Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano.
Si ringraziano: Milanosport per l’ospitalità e le aziende:
AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, KinnarpsKundaliniPlantronics, Sedus, USM per la fornitura di arredi, pavimentazioni, piante, illuminazione  e accessori.

IN BREVE:
evento:
ISOLA WOW! LAVORO AGILE (in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015).
dove:
Piscina Cozzi, Viale Tunisia 35 , Tribuna 2° piano.
quando: 23 marzo ore 17/20; dal 24 al 26 marzo ore 10/18; 27 marzo ore 10/14.
opening: 23 marzo ore 18 tavola rotonda “Agilità= Benessere” con la presenza dell’assessora Chiara Bisconti.
incontri: ogni pomeriggio alle 17 con architetti e manager.
per informazioni, orari, programma degli incontri: info@wow-webmagazine.com

I POSTI SONO LIMITATI, SI PREGA DI ACCREDITARSI.

Isola-WOW!-lavoro-agile-cozzi-tribuna-wow-webmagazine-72
Illustrazioni di Sara Marani.2-Isola-WOW!-lavoro-agile-sara-marani-wow-webmagazine-bassa-ris