ingresso-santeria-social-club-wow-webmagazine

Apre Santeria Social Club, factory creativa in Milano.

Con il concerto di Capodanno 2016, già sold out, si inaugura ufficialmente Santeria Social Club, uno spazio ibrido di 1000mq in Viale Toscana 3, un modello unico di intrattenimento, lavoro e impresa con finalità produttive, culturali e ricreative. Teatro e sala concerti, bar con cucina, corner shop, laboratorio grafico, aula di formazione e spazio coworking integrati in un’unica sede dove produrre e fruire cultura.
Un altro luogo rinasce grazie al percorso avviato dal Comune di Milano per il recupero degli spazi abbandonati e si inserisce nel piano di rilancio di un’area periferica della città in fase di grande trasformazione.

La definizione “spazio polifunzionale” è riduttiva per questa factory creativa, un progetto per la città che rappresenta un perfetto esempio di Design Thinking e di ibridazione culturale.
Questa grande piazza indoor di 1000 mq occupa la sede della ex concessionaria Volvo in viale Toscana, di fronte all’imminente nuovo campus Bocconi e non lontano dall’ex scalo di Porta Romana cuore di altri grandi progetti di riqualificazione (Fondazione Prada, Fondazione Filarete, Centro Pompeo Leoni, IED).
Lo stabile, messo al bando dall’Amministrazione Comunale in un piano più ampio di recupero di immobili pubblici, viene assegnato a Santeria srl (già attiva da 4 anni nella sede di via Paladini) che risulta vincitore del bando con un progetto che coinvolge una grande rete di professionisti e un focus particolare sul Print Club -laboratorio grafico che coinvolge vari atelier e studi da Berlino, Bruxelles, Parigi, Milano- la formazione, la didattica e il coworking.

“Un progetto alle cui spalle c’è un’Idea ed una Visione, e non c’è stimolo più appagante per un progettista che raccogliere lo spirito di una visione per plasmarne la forma. – Commenta l’architetto Cristiana Cutrona di Revalue che ha curato il progetto architettonico- Grazie Santeria Social Team, è il progetto che ha tenuto viva la mia fiammella in questo 2015!”
Un progetto unico in Italia che, vale la pena di sottolinearlo, sarà sostenuto unicamente dalle economie dei soci di Santeria.
Presto pubblicheremo un articolo di approfondimento con interviste ai fondatori e ai progettisti. Stay tuned!

pianta-santeria-social-club-wow-webmagazine

acustica-universal-selecta-wow-webmagazine

L’acustica e qualità ambientale nel workplace.


L’evento si svolgerà il prossimo 10 giugno presso Spazio US49 di Milano e vedrà la partecipazione di quattro attori del mondo della progettazione acustica, ognuno con un sapere e una caratteristica ben precisa nel modo di vedere e sentire il progetto sonoro ponderato per gli spazi di lavoro collettivi ed individuali.

Introdurrà la serata l’Architetto Marco Predari (Universal Selecta), precursore nella progettazione degli spazi a pianta aperta per ambienti di lavoro seguace, sin dagli albori, delle filosofie del Burolandshaft e delle prime applicazioni di Space Planning.
Nella parte centrale della conferenza un piacevole dibattito fra due filosofie progettuali: l’ingegnere e l’architetto.
L’ “incontro-scontro” fra tecnicità ed estetica, rappresentati dall’Ingegner Ezio Rendina (Viva Consulting), consulente e progettista impegnato nella valutazione, nella previsione, nella progettazione di sistemi di abbattimento dell’inquinamento acustico ambientale e del disturbo da vibrazioni prodotte da agenti esterni di contro l’Architetto Cristiana Cutrona (Revalue) specializzata nella progettazione di interni per grandi ambienti di lavoro, sostenitrice del pensiero dello Smart Working per cui cambiando il modo di stare nello spazio e di organizzarlo si può coniugare l’eccellenza del servizio alla missione dell’architettura.
Concluderà l’evento l’intervento dell’Ingegner Franco Mialich (MCM ): project manager nel settore Real Estate con pluriennale esperienza nella gestione di progetti immobiliari complessi in tutti i settori delle costruzioni civili ed industriali.
Con il patrocinio di AREL Italia ( Associazione Real Estate Ladies).
Titolo: L’acustica protagonista della qualità ambientale in ufficio.
Dove: Spazio US49 Eventi, Via Ettore Ponti 49, Milano.
Quando: 10 giugno 2015 ore 18,30, segue aperitivo.
Per informazioni:
marketing@universal-selecta.it

600-wow-webmagazine-logo-isola-wow!-lavoro-agile

Programma eventi: Isola WOW! Lavoro Agile.

Dal 23 al 27 marzo, in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015, WOW!  organizza alla piscina Cozzi di Milano Isola WOW! Lavoro Agile:  smart working per tutti con momenti di incontro e condivisione di esperienze.
Anche il programma degli incontri è “agile” e potrebbe subire cambiamenti. Consulta questa pagina per aggiornamenti.

Programma degli incontri:

Tavola Rotonda di inaugurazione “Agilità & Benessere” 23 marzo (ore 18).

Con la partecipazione di:
Chiara Bisconti (Assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi generali del Comune di Milano)
e dei rappresentanti degli enti e associazioni che hanno dato supporto e patrocinio all’iniziativa.
Antonino Borgese (presidente Great Place to Work Italia),
Alberto Cannistrà (membro Consiglio Direttivo IFMA Italia),
Raphael Caporali (direttore generale Milanosport),
Mariano Corso (responsabile scientifico Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano),
Marco Predari (presidente Assufficio),
Francesco Zurlo (Comitato Selezione ADI Index e prof. dip. Design Politecnico Milano)
Renata Sias (direttore WOW! Webmagazine) moderatrice.

Jelly Session
incontri informali per condividere idee sul tema “agilità” e presentare “case history agili” (24, 25, 26 marzo ore 17).

24 marzo (ore 17): Jelly Session “Spazi e tecnologie per il Lavoro Agile”
Lucia Matti (DEGW);
Cristiana Cutrona (Revalue);
Stefano Carone (Il Prisma);
Matteo Melchiorri ( Star-Gallina Blanca)
25 marzo (ore 17) Jelly Session “Agilità nell’azienda 3.0”
Jacopo della Fontana (D2U),
Francesca Ordanini, (IRI Worldwide),
Silvia Zambon (IRI Worldwide);
Paola Miglio (Monforte);
Antonio Borghi (Unispace);
Annalisa Giangregorio (Neomobile),
Flavia Scura (Neomobile);
26 marzo (ore 17): Jelly Session “Tecnologia, ergonomia e design per l’ufficio agile”
Robin Rizzini (Fattorini+Rizzini+Partners);
Marco Fossi (Commissione Tecnica FEMB e FLA);
Gianluigi Sacchetti (Commissione Tecnica UNI);
Michele Dell’Orto (Linak);
Ilaria Santambrogio (Plantronics);

I posti sono limitati per piacere si richiede l’accredito:
Facebook , info@wow-webmagazine.com

Le postazioni ufficio sono gratuitamente a disposizione di chiunque desideri sperimentare nuovi modi e luoghi di lavoro (dalle 10 alle 18, vedi orari sotto).
Isola WOW! Lavoro Agile è anche un’occasione per condividere idee ed esperienze sul tema del Lavoro Agile e ascoltare dalle voce dei protagonisti il racconto di case history eccellenti… con finale a tarallucci e vino!

Si ringraziano: Milanosport per l’ospitalità e le aziende AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, Kinnarps, Kundalini, Plantronics, Sedus, USM per la fornitura di arredi, pavimentazioni, piante, illuminazione e accessori.

Con il patrocinio di: ADI, Assufficio, Great Place to Work Italia, IFMA Italia, Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano.

IN BREVE:
ISOLA WOW! LAVORO AGILE (in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015).
dove: Piscina Cozzi, Viale Tunisia 35, Tribuna 2° piano.
quando: 23 marzo ore 18/20; dal 24 al 26 marzo ore 10/18; 27 marzo ore 10/14.

600-wow-webmagazine-logo-isola-wow!-lavoro-agile

Isola WOW! Lavoro Agile: programma eventi.

Dal 23 al 27 marzo, in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015, WOW! Webmagazine organizza alla piscina Cozzi di Milano Isola WOW! Lavoro Agile: accoglienti workplace per lo smart working e momenti di incontro.
Anche il programma degli incontri è “agile” e potrebbe subire cambiamenti. Consulta questa pagina per aggiornamenti.
I posti sono limitati , si richiede l’accredito.

Programma degli incontri:

“Agilità & Benessere” Tavola Rotonda: inaugurazione Isola WOW! Lavoro Agile. 23 marzo, ore 18.

Programma
Giornata del Lavoro Agile e Qualità della Vita.
Chiara Bisconti (Assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi generali del Comune di Milano).
Lavorare in piscina: proposta d’uso degli spazi pubblici o provocazione?
Pierfrancesco Barletta (presidente Milanosport).
Il ruolo del Facility Manager nel processo di smart working.
Alberto Cannistrà (membro Consiglio Direttivo IFMA Italia).
Le Best Company sono Agili?
Antonino Borgese (presidente Great Place to Work Italia).
Design delle Opzioni e Smart Working.
Francesco Zurlo (Comitato Selezione ADI Index e prof. dipartimento Design Politecnico Milano).
Il Lavoro Agile cambia l’identità del workplace?
Marco Predari (presidente Assufficio).
Aggiornamenti nella ricerca Smart Working.
Fiorella Crespi (responsabile della ricerca Osservatorio Smart Working, Politecnico di Milano).
Renata Sias (direttore WOW! Webmagazine) Moderatrice.

Jelly Session
Ogni giorno incontri informali per condividere idee ed esperienze sul tema “agilità” e “case history agili” raccontati da manager e architetti…“addolciti” dalle jelly di Haribo.

24 marzo (ore 17 )“Spazi, organizzazione e tecnologie per il Lavoro Agile”
Lucia Matti (DEGW);
Cristiana Cutrona (Revalue);
Stefano Carone (Il Prisma);
Antonella Grenci (Il Prisma);
Arianna Palano (Il Prisma);
Matteo Melchiorri (Star-Gallina Blanca)
Paola Salemi (AZ Services Point)
Luca Salemi (AZ Services Point)
Claudio Muci (Information Architect & User Experience design).

25 marzo (ore 17) “Agilità nell’azienda 3.0”
Jacopo della Fontana (D2U),
Francesca Ordanini, (IRI Worldwide),
Silvia Zambon (IRI Worldwide);
Paola Miglio (Monforte);
Antonio Borghi (Unispace);
Annalisa Giangregorio (Neomobile),
Flavia Scura (Neomobile);

26 marzo (ore 17) “Tecnologia, ergonomia e design per il workplace agile”
Robin Rizzini (Fattorini+Rizzini+Partners);
Marco Bonetto (Bonetto Design);
Marco Fossi (Commissione Tecnica FEMB e FLA);
Gianluigi Sacchetti (Commissione Tecnica UNI);
Michele Dell’Orto (Linak);
Ilaria Santambrogio (Plantronics);

I posti sono limitati per piacere si richiede l’accredito:
info@wow-webmagazine.com

Le postazioni ufficio sono gratuitamente a disposizione di chiunque desideri sperimentare nuovi modi e luoghi di lavoro (dalle 10 alle 18, vedi orari sotto).
Isola WOW! Lavoro Agile è anche un’occasione per condividere idee ed esperienze sul tema del Lavoro Agile e ascoltare dalle voce dei protagonisti il racconto di case history eccellenti… con finale a tarallucci e vino!

Si ringraziano: Milanosport per l’ospitalità e le aziende AkzoNobel, BTicino, Caimi Brevetti, Dieffebi, Diwar, Emme Italia, HW Style, Linak, Interface, Kinnarps, Kundalini, Plantronics, SedusTarkettUSM per la fornitura di arredi, pavimentazioni, piante, illuminazione e accessori. Haribo per orsetti jelly e liquirizia.

Con il patrocinio di: ADI, Assufficio, Great Place to Work Italia, IFMA Italia, Osservatorio Smart Working Politecnico di Milano.

IN BREVE:
ISOLA WOW! LAVORO AGILE (in occasione della Giornata del Lavoro Agile 2015).
dove: Piscina Cozzi, Viale Tunisia 35, Tribuna 2° piano.
quando: 23 marzo ore 17/20; dal 24 al 26 marzo ore 10/18; 27 marzo ore 10/14.

1-reception-axa-revalue-beppe-reso-wow-webmagazine

Ufficio-piazza Axa, Milano.

La nuova sede di Axa si trova nel cuore di Porta Nuova, la nuova City Milanese in progress, in un edificio degli anni’ 70 oggetto di una radicale riqualificazione ad opera di Goring&Straja; grazie all’attenzione dedicata al risparmio energetico e alla riduzione dei costi di esercizio, alla qualità dell’aria e al comfort illuminotecnico, alla qualità dei componenti costruttivi e a molti altri dettagli, questo “no smoking-building” è ora in corso di certificazione LEED, con l’obiettivo di classificazione Silver.

Se il look esterno è l’aspetto più evidente che dà visibilità al marchio Axa, altrettanto importante è il ruolo degli interni, progettati da Cristiana Cutrona (Revalue), che bene trasmettono la filosofia e l’immagine del Gruppo assicurativo insieme al messaggio dei nuovi New Ways Of Working adottati dalla Compagnia.

L’interior design degli oltre 17000 mq (che ospitano 800 dipendenti) si basa sul concetto guida della Piazza, tipica struttura urbanistica italiana riportata alla scala dell’edificio per uffici.
“E’ stato scelto di declinare un codice di lettura chiaro, la Piazza, che rendesse immediatamente percepibili (e quindi utilizzabili) gli spazi di lavoro, le diverse aree funzionali e come si rapportano tra loro oltre che le gerarchie funzionali -spiega l’arch Cutrona- un codice che rendesse riconoscibili a ciascuno i confini spaziali all’interno di un ambiente lavorativo aperto, fluido e ricco di trasparenze. Aree operative e circolazioni si connettono e compenetrano nella piazza centrale, che è l’area dei supporti. Le nuove modalità lavorative prevedono infatti l’integrazione delle aree di supporto con quelle operative per favorire e stimolare l’interscambio di idee e la collaborazione all’interno del team o tra team differenti. L’elemento rilevante consiste nell’idea che la postazione di lavoro non sia più limitata alla superficie del singolo desk, ma si ampli all’intero ambiente nel quale il singolo opera; gli elementi costitutivi dell’ambiente diventano tools a disposizione, da usare in relazione all’esigenza del momento. Sono io che mi muovo nello spazio e scelgo dove e come stare”.
Un concept che concretizza il lungimirante articolo “Your office is where you are” che nel 1984 Stone e Lucchetti pubblicarono su The Harvard Business Review.
Il comfort spaziale e l’equilibrio formale e funzionale sono stati gli obiettivi dell’interior design per spazi già fortemente caratterizzati e caratterizzanti. Lo studio integrato di soluzioni tipologiche, tecnologiche e funzionali, colori, materiali e textures con particolare focus su corretta illuminazione e comfort acustico ha permesso di raggiungere l’obiettivo (Luci e pannelli acustici a soffitto, Schermi acustici tra le postazioni, Sedute operative, Archiviazione tra le postazioni, Pavimentazione, Arredi informali, Pannelli acustici per salottini/phone booths , Pannelli informativi/comunicazione su superfici verticali, Pareti vetrate e in cartongesso).
L’altezza limitata degli ambienti che non consentiva l’installazione di controsoffitti modulari fonoassorbenti si è trasformata nella ricerca per risolvere in modo creativo la qualità della prestazione acustica ambientale: il progetto di Revalue si articola su un’azione combinata di pannelli fonoassorbenti (Mitesco di Caimi Brevetti) su superfici orizzontali e verticali e tra le postazioni oltre all’utilizzo di pavimentazione tessile con alte performance di fono assorbenza (Interface). In particolare il disegno dei pannelli acustici a soffitto è stato studiato per integrarsi con le luci e assumere anche una connotazione decorativa.
Foto di Beppe Raso


Didascalie
1 La reception principale.
2 La grande piazza centrale.
3 L’area operativa verso viale Sturzo.
4 Una delle aree di supporto.
5 Lounge area al piano 9°.
6 L’auditorium.
7 La sala consiglio nella cupola vetrata con vista panoramica.
8 Esterno della nuova sede Axa Assicurazioni a Milano dopo la riqualificazione di Goring & Straja Architects.
9 Concept guida per l’interior design di Revalue.

axa-cutrona-revalue-caimi-brevetti-beppe-raso-wow-webmagazine

Tanto rumore per nulla, 29 ottobre, Milano.

La qualità acustica richiede un progetto integrato e competenze che operino in modo sinergico; ne avremo una prova in occasione del convegno “Tanto rumore per nulla” dove gli attori principali racconteranno la recente realizzazione della nuova sede AXA di Milano, oggetto di una avanzata ricerca acustica: la progettista Arch. Cristiana Cutrona di Revalue, Biobyte, Universal Selecta e Caimi Brevetti.
Ai partecipanti sarà consegnato il “Decalogo per l’acustica negli spazi per uffici” per ricordare i principali aspetti da considerare per il progetto acustico
Titolo: “Tanto rumore per nulla”
Dove: Spazio Eventi US49 di via Ettore Ponti 49, Milano.
Quando: 29 ottobre alle ore 18.30.
Per informazioni e accrediti: info@universal-selecta.it , info@caimi.com

microsoft revalue wow webmagazine aree di lavoro informali

Smart Microsoft Innovation Campus.

Microsoft Innovation Campus.
Smart Working e Sostenibilità: sinergia tra innovazione tecnologica e progresso culturale.

La sede Microsoft a Peschiera Borromeo (MI) copre 20.000 mq ed è il primo campus costruito in Italia secondo gli standard LEED (Leader in Energy and Enviromental Design) di certificazione di tecniche, materiali, tecnologia e costruzione (schermi solari, impianto fotovoltaico, geotermia, pannelli solari, ecc.) Il Campus è costituito da un armonioso complesso di quattro edifici, le tipologie architettoniche tradizionali circostanti hanno ispirato la pianta a corte. Il complesso progettato da Ricardo Flores (Studio Flores & Prats), è innovativo, di altissima qualità, energy-save, efficiente e funzionale. Comprende uffici, centro congressi e auditorium, mensa, ristorante, bar, centro fitness, percorsi jogging, asilo nido.

La progettazione dello spazio interno nasce dalla interazione tra il know-how specializzto di Revalue e il programma WPA creato da Microsoft Real Estates and Facility team, uno strumento che supporta la visione di un New Way of Work nato dalla sinergia tra innovazione tecnologica e progresso culturale.

Il progetto è incentrato su tre elementi chiave:

1. Layout: al fine di aumentare la produttività, lo spazio fisico è in grado di riconciliare sia il lavoro di squadra sia il lavoro individuale. In questo modo la workstation non è limitata alla scrivania, ma è composta dal desk e dall’area circostante. Le soluzioni architettoniche e gli arredi sono concepiti come strumenti di lavoro da usare e in grado di soddisfare le diverse esigenze.

2. Arredi: il concetto di workspace si amplia e considera workstation l’area che va dalla scrivania ai contenitori per l’archiviazione. É possibile fare un meeting mentre si cammina e scrivere sulla parete; si può avere un incontro informale con un collega in piedi davanti a un armadio o seduti su uno sgabello accanto alla scrivania di una college.

3. Tecnologia: “Sono in grado di lavorare in tutto il mondo, e posso farlo nel migliore dei modi”. In ogni parte dell’edificio è possibile accedere e scambiare informazioni e documenti personali grazie a alla connessione wireless, al virtual storage backup e all’elevato potenziale del software Microsoft.

Il concept parte dalla cultura aziendale di Microsoft basata sull’interazione tra due diversi tipi di intelligenza: quella umana e quella tecnologica. Per raggiungere la perfetta interazione tra uomo e tecnologia è indispensabile valorizzare l’ambiente, e offrire alle persone uno spazio identificabile come luogo di lavoro personale. Il senso dell’appartenenza è un archetipo che può essere soddisfatto solo definendo spazi differenziati e variabili, proprio come accade in natura. Dal punto di vista architettonico l’interazione uomo-tecnologia è stata tradotta nella contrapposizione tra massa e leggerezza, tra formale e informale e identificata in due famiglie di materiali: pelle e alcove. Le pelli sono rappresentate da pareti vetrate e in muratura. Le alcove, invece, sono tutti i prodotti creati ad hoc per gli spazi informali. La sfida era quella di puntare alla perfezione qualitativa dell’ambiente di lavoro e per raggiungere questo obiettivo il progetto ha dovuto ottenere l’eccellenza in tutti i parametric: efficienza, flessibilità, riconfigurabilità, ergonomia, comfort acustico, climatico e illuminotecnico.